Bonifiche ambientali, pubblicata la nuova legge regionale

bonifiche ambientali Consiglio Ministri
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore Maione: risposta rapida, siamo al fianco dei Comuni

È stata pubblicata sul Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia la legge regionale con cui Regione torna a conferire ai Comuni l’esercizio delle funzioni in materia di bonifiche nei siti comunali.
Sulla base della legge statale, la nuova norma regionale restituisce la piena competenza ai Comuni di progettare e approvare i Piani di Caratterizzazione e i Piani di Bonifica di aree contaminate sul proprio territorio.

Rafforzato il ruolo della Regione Lombardia

La nuova legge regionale non si limita a restituire le funzioni. Prevede infatti anche il rafforzamento del ruolo regionale e il supporto tecnico-amministrativo garantito da Regione, anche per il tramite degli Enti del Sistema Regionale. Questo in particolare per accompagnare e sostenere i procedimenti di bonifica nei piccoli Comuni con carenza di risorse e strutture tecniche. Per i contenuti del testo normativo hanno dato un contributo Anci (Associazione Nazionale dei Comuni Italiani) Lombardia e Upl (Unione delle Province Lombarde).
Il supporto ai Comuni, da definire in dettaglio con un provvedimento della Giunta, si esplicherà col potenziamento delle azioni di formazione dedicata ai tecnici dei Comuni. Non solo. Si attuerà anche attraverso la disposizione di piattaforme digitali idonee a gestire in modo automatizzato procedimento e interventi di bonifica di aree contaminate.

Maione: affiancheremo e accompagneremo i Comuni più piccoli

L’unanimità espressa in Consiglio per l’approvazione della legge – ha commentato l’assessore regionale all’Ambiente e Clima, Giorgio Maione – testimonia l’impegno della Regione per ridurre i tempi dell’incertezza generata dalla sentenza della Corte Costituzionale e rimarca la volontà di rimettere in condizione i Comuni e gli operatori di realizzare il risanamento e la bonifica dei siti contaminati del proprio territorio. Affiancheremo e accompagneremo i Comuni più piccoli in questo importante ruolo per la bonifica delle aree contaminate. Lo faremo puntando al risanamento e alla rigenerazione delle aree dismesse o abbandonate al degrado”.
Nei prossimi giorni Regione Lombardia fornirà ai Comuni indicazioni tecnico-amministrative di dettaglio. Obiettivo: agevolare ulteriormente la ripresa dei procedimenti bloccati dal 27 luglio 2023. Come previsto dalla nuova norma, gli uffici regionali porteranno a termine le fasi dei procedimenti più urgenti presi in carico. A partire da quelli per i quali è già in corso la procedura di approvazione.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Dieci milioni recupero rifiuti
Dieci milioni di euro agli enti locali per la prevenzione della produzione rifiuti e l'implementazione dei sistemi di ra ...
sostituzione veicoli imprese
Un investimento da 6 milioni di euro per consentire alle micro, piccole e medie imprese lombarde di arrivare alla sostituzione del parco veicoli. Lo ha approvato la giunta di
giardinaggio cosmogarden
Un settore con numeri importanti, che contribuisce anche a realizzare iniziative in grado di coniugare in modo proficuo ambiente e qualità della vita
pmi plastica lombardia
Uno stanziamento di 5 milioni di euro per aiutare PMI delle filiere della plastica e del tessile a sviluppare azioni di economia circolare. Lo prevede il
rifiuti elettronici lombardia
La Lombardia conferma anche nel 2023 il suo primato su base nazionale in termini di raccolta dei Rifiuti da Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche. A evidenzia ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima