coronavirus ascherine tassisti bergamasca

Terzi: contributo affinchè possano lavorare in condizioni di maggior sicurezza

L’assessore regionale alle Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi, ha consegnato le 1.000 mascherine per il coronavirus destinate ai 49 tassisti che operano nella Bergamasca. La consegna è avvenuta lunedì 20 aprile mattina nella sede della Provincia di Bergamo.

In campo la Protezione civile lombarda

In questi giorni, sempre attraverso la Protezione civile, vengono distribuiti gratuitamente i dispositivi di protezione a tutti i 5.388 tassisti lombardi che lavorano nelle varie province. Il totale delle mascherine messe a disposizione dalla Regione per la categoria è salito a 116.200, di cui 104.000 già consegnate ai tassisti milanesi.

Tassisti in prima linea nel garantrie la mobilità e il servizio

“Diamo un contributo – ha detto l’assessore Terzi – affinchè i tassisti possano svolgere il loro importante lavoro in condizioni di maggior sicurezza. Stiamo parlando di una categoria che offre un servizio pubblico ed è, quotidianamente, in prima linea, anche durante questa emergenza sanitaria. Garantendo, per esempio, collegamenti con gli ospedali e, più in generale, offrendo possibilità di spostamento a chi non può utilizzare altri mezzi di trasporto“.

Impegno per i lavoratori del settore trasporti

“Come Regione – ha ricordato l’assessore – stiamo garantendo gli approvvigionamenti per i lavoratori del settore dei trasporti, si tratta complessivamente a livello lombardo di oltre 347.000 mascherine”. “Ben 200.000 mascherine per il coronavirus alle Agenzie del Tpl – ha concluso l’assessore Terzi – per gli autisti di bus, tram e metrò, 31.000 per gli operatori di Trenord e Ferrovienord e 116.200 per i tassisti, tra cui le 1.000 per i tassisti della Bergamasca”.

dvd

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0