Non udenti, Bolognini: lavoriamo per migliorare condizioni di inclusività

via Gola Milano, Legge Giovano
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Nell'ambito della settimana del non udente organizzata da Ens (Ente nazionale sordi) Lombardia, in occasione della 'Giornata mondiale della Lingua dei Segni' riconosciuta dall'Onu e del convegno organizzato oggi presso la sede milanese dell'Ente, l'assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità della Regione Lombardia Stefano Bolognini ha fatto il punto sulle politiche regionali in materia.

 

Assessore intervenuto a convegno dedicato a lingua dei segni
‘Interventi condivisi con chi rappresenta i disabili sensoriali’

Nell’ambito della settimana del non udente organizzata da Ens (Ente nazionale sordi) Lombardia, in occasione della ‘Giornata mondiale della Lingua dei Segni’ riconosciuta dall’Onu e del convegno organizzato oggi presso la sede milanese dell’Ente, l’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità della Regione Lombardia Stefano Bolognini ha fatto il punto sulle politiche regionali in materia.

I riferimenti di legge

La legge regionale n.20/2016, che riconosce e promuove la Lingua dei Segni (LIS) e la Lingua dei Segni tattile (LIS tattile), punta a riconoscere nel territorio lombardo entrambi i linguaggi quali strumenti per l’inclusione sociale delle persone sorde e sordocieche nei vari ambiti, nonché quali strumenti di accessibilità alla rete dei servizi; a promuovere il principio di libera scelta delle persone sorde e sordo cieche, e delle loro famiglie, in riferimento a quali modalità di comunicazione utilizzare per migliorare le condizioni di benessere e di inclusione nella società.

Lo stato dell’arte

Con la delibera n.1682 del 27 maggio 2019 è stato avviato anche il processo per stabilizzare gli interventi di inclusione scolastica migliorandone ulteriormente
la qualità. “Stiamo avviando – ha sottolineato Bolognini – la sperimentazione preannunciata dalla delibera n.1682 di un intervento inclusivo precoce per i bambini con disabilità
sensoriale che frequentano i nidi; percorso che continuerà a vedere un lavoro forte e condiviso con le Associazioni di rappresentanza dei disabili sensoriali”.

La sperimentazione

La sperimentazione, su tutto il territorio lombardo, durerà due anni e coinvolgerà circa 50 bambini l’anno. “Proprio in questi giorni – ha proseguito l’assessore – stiamo
lavorando insieme alle Associazioni anche per validare il modello d’intervento operativo da adottare nella fase sperimentale, che dovrebbe a regime completare la filiera
dell’inclusione scolastica, dal nido fino al percorso scolastico di II grado. A breve delibereremo le modalità di realizzazione della fase sperimentale”.

LE AZIONI REGIONALI

L’uso della Lis e della Lis tattile è previsto nei rapporti con le altre Amministrazioni pubbliche e con gli Enti del Sistema regionale, coinvolgendo le Agenzie di
Tutela della salute, gli Enti pubblici e del privato sociale; la diffusione dell’insegnamento e dell’uso della Lis e della Lis tattile è inserito nelle scuole primarie e secondarie, mediante
accordi con le Istituzioni scolastiche per lo sviluppo di attività di sostegno, servizi specialistici e ausili tecnologi innovativi; obiettivo è rendere effettivo l’adempimento
all’obbligo scolastico e il perseguimento delle successive scelte di istruzione. La disponibilità di risorse regionali identificata su base annuale è pari a 150.000 euro.

ATTUAZIONE LEGGE REGIONALE 20/2016

L’11 settembre 2017 la Giunta regionale aveva approvato il Piano regionale triennale che prevedeva accessibilità e fruibilità della rete dei servizi sanitari e sociosanitari, sensibilizzazione alla Lis/Lis tattile presso il sistema educativo di istruzione e promozione della comunicazione e dell’informazione a favore delle persone con disabilità. Due le azioni previste e realizzate: un’iniziativa sperimentale di implementazione dei percorsi di accoglienza dedicata a favore di persone con disabilità, per renderli accessibili e fruibili anche da parte delle persone destinatarie della legge regionale n.20/2016: prenotazione per le prestazioni sanitarie e socio-sanitarie, procedure di accesso al Pronto Soccorso e altro. Le risorse regionali complessive attribuite a questa azione nel triennio 2017/2019 sono pari a 240.000 euro.

DIDATTICA INCLUSIVA IN AMBITO SCOLASTICO

Grazie ai ‘Progetti di didattica inclusiva, nell’ambito delle scuole del primo ciclo, pubbliche e paritarie, realizzati negli anni scolastici 2017/2018 e 2018/2019’ le istituzioni scolastiche capofila delle reti hanno partecipato al bando regionale: tredici i progetti presentati per l’anno 2017/2018 e 10 per il 2018/2019. Ogni scuola punta a realizzare elevati standard di qualità nell’inclusione, a sviluppare una cultura dell’inclusione e a promuovere la progettazione di ambienti inclusivi. Oltre 2.000 gli alunni coinvolti, di cui circa il 2,5 per cento non udenti, circa 500 docenti e circa 100 assistenti amministrativi e ausiliari. Di 150.000 euro lo stanziamento regionale complessivo per queste azioni. L’Ente nazionale sordi ha contributo alle iniziative. È in corso di definizione l’intervento previsto per il 2020 con risorse pari a 150.000 euro.

“Non ultimo – ha concluso l’assessore – resta il tema degli interventi sostenuti da Regione per l’inclusione scolastica degli studenti con disabilità sensoriale: continuiamo a lavorare
con il tavolo di monitoraggio e le associazioni che rappresentano le persone con disabilità”. (LNews)

 

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Casa Comunità Olgiate Comasco
È stata inaugurata nella sede di piazza Italia la Casa di Comunità di Olgiate Comasco (CO). Presenti
case di comunità pavia
L'assessore a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia,
Donne Violenza
Sei appartamenti a Milano e cinque a Rozzano a disposizione delle donne che hanno subìto violenza. Sono 26 le donne supportate, 13 delle quali hanno usufruito della consulenza legale e 8 hanno gi ...
Servizio portierato e community manager
E' di 330.000 euro il contributo straordinario della Giunta della Regione Lombardia ad Aler Milano per il servizio di ...
bertolaso ats milano
L'assessore oggi alla presentazione del progetto di Ats Città metropolitana di Milano 'Ciao Milano, dimmi come stai!' "Avere la fotografia della situazione dello stato di salute delle per ...
Piano servizi abitativi
"Un piano per i servizi abitativi innovativo che si basa su cinque assi portanti: sostenibilità, welfare abitativo, cura del ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima