Alloggi pubblici, per Comuni e Aler a breve ok a nuove assegnazioni

regolamento assegnazione case popolari
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore: su regolamento case popolari no fughe in avanti

Regolamento per l’assegnazione delle case popolari in Lombardia. “In tempi brevi Comuni ed Aler saranno messi nelle condizioni di assegnare tutti gli alloggi contenuti negli avvisi. Saranno, inoltre, messi nelle condizioni di pubblicare nuovi bandi, in modo da potere assegnare le centinaia di alloggi che sono stati ristrutturati anche grazie all’impegno di Regione Lombardia. Abitazioni che devono andare a tutti gli aventi diritto. Esattamente per questa ragione, e poichè Palazzo Marino ha ben presente la situazione, mi sembra che i proclami e le minacce del Comune di Milano siano assolutamente fuori luogo e servano solo ad alzare inutilmente i toni”. Lo dice l’assessore alle politiche sociali, abitative e disabilità di Regione Lombardia, rispondendo alle accuse da parte di Palazzo Marino sul tema del regolamento regionale di assegnazione delle case popolari.

Soluzione ai problemi emersi fanno già parte di un pacchetto di proposte di modifica al regolamento sulle case popolari

“La nota – spiega l’assessore – del Comune di Milano mi stupisce. Non solo perché in questi mesi c’è stata una fattiva collaborazione per risolvere alcuni temi che l’applicazione del regolamento regionale ha sollevato. Lo fa anche perché le soluzioni a questi problemi fanno già parte di un pacchetto di proposte di modifica del regolamento da approvare e di altre già approvate negli scorsi mesi. Mi riferisco in particolare – sottolinea l’assessore – alle disposizioni straordinarie che la Giunta ha già adottato nel mese di maggio. Queste prevedono la possibilità di assegnare in deroga tutti gli alloggi SAP (Servizio Abitativo Pubblico) a disposizione, anche per scongiurare il rischio di occupazioni abusive. Inoltre, sempre in deroga, si è provveduto a consentire l’assegnazione di alloggi SAT (Servizio Abitativo Transitorio). Lo si è consentito in numero doppio rispetto a quelle programmate nel piano annuale”.

Nuovi avvisi tramite piattaforma regionale

“Credo che Comuni ed Aler – conclude l’assessore – non possano attivare nuovi avvisi senza utilizzare la piattaforma regionale. E, pertanto, ritengo che la strada indicata dal Comune di Milano sia tecnicamente impraticabile, oltre che gravosa per i cittadini”.

dbc

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

San Siro rigenerazione urbana
L'intesa tra Regione Lombardia, Politecnico e Aler Milano La rigenerazione urbana del quartiere San Siro di Milano compie un altro passo avanti. È infatti stata approvata dalla Giunta reg ...
affitti libero mercato
Regione Lombardia scende nuovamente in campo per sostenere gli affitti sul libero mercato. La Giunta regionale ha infatti approvato una delibera ...
Superbonus 110% case Aler
L'impegno della Regione Lombardia per riqualificare il patrimonio pubblico Sostenere i costi relativi a spese non detraibili con il superbonus 110% nelle case Aler. Questo l'obiettivo dell ...
residenze universitarie graduatoria bando
In programma anche efficientamento energetico e riqualificazione Approvata la graduatoria del bando< ...
Aler Milano alloggi sfitti
Assessore: in programma progetto sperimentale con tecnologia domotica Oltre 12 milioni ad Aler Milano per riqualificare 450 alloggi sfitti. È infatti di 1 ...
Progetto Casa Aler
Moratti e Mattinzoli: strutture socio sanitarie a servizio degli abitanti La vicepresidente e assessore al Welfare della Regione Lombardia
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima