Ambiente, Regione: 500.000 euro per corsi di formazione in enti pubblici

Ambiente corse formazione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Cattaneo: valorizzare capitale naturale e salvare biodiversità

Rafforzare capacità amministrativa, tecnica e gestionale

La Giunta, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, ha approvato un accordo per realizzare corsi di formazione per l’ambiente. Ovvero la convenzione per un progetto di ‘rafforzamento della capacità amministrativa, tecnica e gestionale nelle aree interessate da Rete Natura 2000 e aree protette’, mediante un finanziamento di 500.000 euro su fondi Fse. Così ripartiti: 325.000 euro nel 2021 e 175.000 euro nel 2022.

Formazione per chi protegge la natura

“La perdita di diversità naturali – dice Raffaele Cattaneo – è in effetti tra i problemi ambientali più rilevanti del nostro tempo, ma anche purtroppo tra i meno conosciuti. Per questo, quindi, abbiamo deciso convintamente di valorizzare il capitale naturale e di salvaguardare la biodiversità. Quindi, favorire la preservazione di una rete di protezione della natura attraverso persone competenti, e che si dedicano a questo scopo, ha per l’appunto questo scopo”.

Il progetto: attività di base e specialistiche

‘Formazione sulla biodiversità e sulla Rete Natura 2000‘ è un progetto che sarà realizzato da Formez Pa. Prevede attività formative di base e specialistica. I corsi sono quindi rivolti ai dipendenti degli uffici tecnici e amministrativi di Comuni, Province e Comunità montane. Ma anche a quelli degli enti gestori di siti Rete Natura 2000, alle Polizie locali e provinciali, ai Carabinieri forestali e ai veterinari delle Ats. Potranno essere avviati pertanto dalla firma della convenzione per durare fino al 31 dicembre 2021.

I corsi saranno realizzati in contemporanea rivolgendosi quindi a destinatari di aree diverse.

Istruzione di base

La formazione di base sarà distinta in tre linee formative, distinte per tipologie di destinatari:

  • dipendenti degli Enti gestori dei siti Rete Natura 2000;
  • lavoratori degli Enti territoriali;
  • altri soggetti che si occupano di controllo, sorveglianza e aspetti sanitari e veterinari in relazione ai temi della Rete Natura 2000.

Insegnamento specialistico

L’istruzione specialistica a sua volta avrà lo scopo di agevolare il confronto. Tra soggetti che hanno conoscenze, competenze e obiettivi differenti rispetto a Rete Natura 2000. Come per esempio enti gestori o territoriali, enti di sorveglianza, di controllo o sanitari. Questa formazione si caratterizza per una durata molto breve ed è più operativa.

Tra gli argomenti dei corsi specialistici ci sono le pratiche di gestione di habitat e specie. Valutazioni ambientali di incidenza. Procedure di sorveglianza e sistemi sanzionatori legati alla tutela della biodiversità. Governance dei Siti Natura 2000 e delle aree protette. Comunicazione, partecipazione ed educazione alla sostenibilità. E infine riconoscimento e gestione delle specie aliene invasive e rilievo danni da grandi predatori.

Formazione a distanza

Compatibilmente con le regole previste per affrontare l’emergenza sanitaria legata al virus Covid-19, i corsi prevedono attività formative a distanza, in presenza, visite sul campo, laboratori di analisi di casi studio ed elaborazione di project work individuali o in piccoli gruppi, facilitati da tutor.

I programmi di dettaglio delle attività formative saranno seguiti nell’ambito del progetto Life Ip ‘Gestire 2020’ da Regione Lombardia e dai suoi partner: Ersaf, Fla, Carabinieri forestali, Wwf, Lipu, Comunità Ambiente. Serviranno inoltre infatti a divulgare le esperienze e i prodotti realizzati nel corso delle azioni in programma.

Importante strumento di conciliazione

“Il progetto ‘Formazione sulla biodiversità – conclude l’assessore all’Ambiente e Clima – e sulla Rete Natura 2000’ costituisce un importante strumento per conciliare gli obiettivi di conservazione della Rete Natura 2000, con le esigenze di sviluppo del territorio. La natura è un grandissimo valore: la dobbiamo difendere e tutelare, ed è responsabilità di ciascuno di noi conservarla per le generazioni future”.

ama

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

coronavirus casi Lombardia
Ti interessa l'aggiornamento quotidiano della vaccinazioni? Clicca
vaccinazione-covid-lombardia
Vaccinazioni anti-Covid, i dati di venerdì 12 agosto. Somministrate 24.528.181 dosi
Lupi in pericolo
Regione Lombardia e Provincia Brescia aderiscono a progetto Ue Migliorare la coesistenza fra i lupi, attualmente in pericolo, e le persone che vivono e lavorano sulle Alpi. Obiettivo, real ...
fotovoltaico
Assessore: puntiamo su riduzione consumi energetici e sviluppo rinnovabili Riduzione di circa un terzo dei consumi di energia e raddoppio della quota di produzione di energia da fonti rinn ...
lago di Varese
L'andamento dei dati conferma, presso il Lago di Varese, il rispetto di tutti i parametri necessari per la balneabilità. E mostra inoltre come non ci siano state alterazioni sulla qualità delle a ...
coronavirus casi Lombardia
+++ I DATI DI VENERDÌ 29 LUGLIO, AGGIORNAMENTO DELLE ORE 17 +++ Continuano a diminuire i ricoverati nei reparti (-26). A fronte di 39.578 tamponi effettuati, sono 6.847 i nuovi positivi ( ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima