cani guida non vedenti

Assessore in visita al centro  di Limbiate

“Il centro di addestramento di Limbiate è un’eccellenza di cui dobbiamo andare fieri. Questa preziosa realtà negli anni ha addestrato e consegnato gratuitamente 2200 cani guida ad altrettante persone non vedenti, sia in Italia che all’estero. Grazie al loro lavoro tante persone con disabilità hanno l’opportunità di condurre una vita più indipendente, potendo contare sul costante aiuto di un amico a quattro zampe”. Lo ha dichiarato Alessandra Locatelli, assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di Regione Lombardia, in visita, giovedì 29 aprile, presso il Servizio Cani Guida dei Lions di Limbiate. Ovvero una delle più importanti realtà europee, riconosciuta come Ente Morale con Decreto del Presidente della Repubblica Italiana nel 1986.

Covid ha rallentato attività del centro

cani guida non vedenti

“Purtroppo, le limitazioni imposte nell’ultimo anno per il contenimento del contagio – spiega l’assessore – hanno rallentato la preziosa attività del centro, che ha ripreso da poco l’addestramento dei cani. Con l’obiettivo di poter consegnare un amico a quattro zampe alle 156 persone non vedenti che sono ancora in attesa di poter contare su questo importantissimo supporto. Il lavoro da fare è tanto. Il centro è alla ricerca di famiglie Puppy Walker. Ovvero le famiglie affidatarie che per un anno si occupano della prima educazione e socializzazione del cucciolo. Nonchè di volontari e anche di risorse economiche”.

L’impegno concreto di Regione Lombardia

cani guida non vedenti

“La Giunta regionale – ricorda l’assessore Locatelli – ha stanziato un contributo di 318.000 euro per il finanziamento dell’addestramento di cani guida da concedere gratuitamente a persone non vedenti. La prima tranche di contributi, per un valore di 118.000 euro è stata stanziata nel 2020. Altri 100.000 euro verranno assegnati nel 2021 e i restanti 100.000 nel 2022”.

Favoriamo l’inclusione sociale

“Con queste risorse – conclude l’assessore Locatelli – sarà possibile allevare, crescere e addestrare cani guida da fornire a titolo gratuito ai cittadini non vedenti residenti in Lombardia. Ciò al fine di favorire l’inclusione sociale e migliorare la loro qualità di vita”.

gus

 

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 5 / 5. Voti: 4