Caro energia, il direttore del teatro Lirico: a rischio prossima stagione

Caro energia, il direttore del teatro Lirico: a rischio prossima stagione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Preoccupazione anche per i tanti lavoratori del settore.

Il mondo dello spettacolo è pronto per la nuova stagione, la ripartenza è tuttavia appesantita da non poche preoccupazioni. Dopo le ricadute negative del lockdown sanitario, ora si teme infatti il caro energia che potrebbe mettere a rischio anche centinaia di posti di lavoro nei teatri

Di fronte al caro bollette, nei giorni scorsi ha lanciato in tal senso un grido di allarme il direttore dei teatri  Lirico Giorgio Gaber di Milano e del Nazionale Matteo Forte. I crescenti costi dell’energia continuano ad alimentare infatti i timori sulla sostenibilità dell’attività.

il Governo intervenga velocemente, caro energia insostenibile per i teatri

Di fronte a un simile scenario serve un aiuto concreto e urgente. La stagione è alle porte e il settore, dopo la pandemia, non può permettersi un’altra stagione da dimenticare. Si cerca quindi di coinvolgere il Governo.

“I numeri sono chiari – afferma Matteo Forte – il costo dell’energia è decuplicato. Noi ci troviamo l’ultima bolletta di giugno che è quattro volte tanto quella dello scorso anno, con valori del costo del kilowattora di giugno. Ora i prezzi sono 10 volte superiori a quello dello scorso anno. Diventa quindi insostenibile dal punto di vista economico. Pensate che noi spendiamo per due teatri circa mezzo milione di euro all’anno, con una marginalità che per il nostro settore è già piccolissima. L’idea di arrivare a circa 5 milioni all’anno di costi per l’energia rende del tutto impraticabile portare in scena i nostri spettacoli”.

Il mondo dello spettacolo, durante il periodo del Coronavirus, ha vissuto un periodo di crisi difficile. Regione Lombardia ha sostenuto concretamente il settore attraverso bandi a sostegno del mondo teatrale che hanno consentito al comparto di respirare.

Cinema e teatri che durante la pandemia erano già stati penalizzati dalle chiusure forzate, periodo durante il quale proprio Matteo Forte aveva inventato e poi lanciato la piattaforma social ‘heArt’ uno strumento destinato a ogni forma d’arte e in grado di diventare un palcoscenico virtuale da qual far conoscere il proprio talento.

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

grafia idiomi lombardi
Una corretta grafia per i dialetti lombardi, obiettivo: poter realmente confrontare 'parlate' molto differenti tra loro.  
museo Cinisello
Ammonta a 180.000 euro il contributo di Regione Lombardia alla Fondazione Museo Fotografia Contemporanea, che ha s ...
candidatura Unesco Tocatì
Regione Lombardia ha sostenuto la candidatura UNESCO del 'Tocatì', il programma condivi ...
Proseguono le consegne sui territori dei marchi identificativi di 'Attività storica' riconosciuta da Region ...
Attività storiche premiate Brescia
Sono 68, tra negozi, locali e botteghe artigiane, le imprese della provincia di Brescia che questa mattina hanno ricevuto il marchio identificativo di
Lombardia 2030 Salvini
"Lombardia non solo motore d’Italia - ha detto Matteo Salvini a Lo ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima