Festival cultura paralimpica, Fontana: lo sport può essere anche terapia

Festival Cultura Paralimpica Milano
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Regione Lombardia in prima linea con diversi progetti

Festival Cultura Paralimpica Milano, alla presentazione della terza edizione il governatore della Lombardia ha parlato di sport inclusivo .

“Lo sport diventa un’azione realmente inclusiva quando elimina qualsiasi differenza o meglio, non la evidenzia artificiosamente”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo a Milano, alla Torre Allianz, alla presentazione della terza edizione del ‘Festival della cultura paralimpica‘.

L’evento: a Milano il Festival della Cultura Paralimpica

All’evento hanno preso parte anche Alessandra Locatelli, assessore regionale alla Famiglia, Solidarietà sociale e disabilità e Antonio Rossi, sottosegretario alla Presidenza della Regione Lombardia con delega allo Sport.

Le iniziative si svolgeranno dal 12 al 14 ottobre presso la Fabbrica del Vapore, in via Procaccini a Milano.

L’area ospiterà mostre fotografiche, corner per dibattiti e presentazioni di libri e una rassegna cinematografica. Ed anche un palco centrale con gli interventi di tanti ospiti del mondo della comunicazione, dello spettacolo, dell’arte, della cultura, dello sport e delle istituzioni.

Vera inclusione

“L’inclusione vera – ha aggiunto il governatore – si realizza anche coinvolgendo la famiglia. Infatti offrire alla mamma e al papà di ragazzi ‘speciali’ l’opportunità di ritagliarsi un po’ di tempo per sé, risvegliando in loro il coraggio di lasciare il figlio da solo ad allenarsi, dà loro modo di vivere alcuni momenti di ‘distrazione’ dalla quotidianità. Allo stesso tempo dà la possibilità al ragazzo di crescere e sperimentare attimi senza il proprio punto di riferimento fisso. Lo sport, in questo senso, può quindi essere anche terapia”.

“Regione Lombardia in questi anni – ha concluso il governatore – ha realizzato diversi interventi volti alla promozione dell’inclusione sportiva. Penso alla collaborazione con il Comitato Paralimpico. Ed all’accordo a sostegno di progetti di avviamento allo sport di persone con disabilità. E ancora al bando congiunto fra Regione e Fondazione Cariplo per percorsi sportivi-educativi mirati alla crescita, il benessere e l’inclusione. E, infine, all’ultimo bando per eventi e manifestazioni sportive che prevede una quota delle risorse dedicata al settore paralimpico“.

Ottimizzato per il web da:
Fausta Sbisà

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

aggressione giornalista carcere opera
Gesto grave e inqualificabile, ulteriore alert per situazione preoccupante "Un gesto grave, preoccupante e inqualificabile". Così il
Disabilità uditiva
Promuovere l'inclusione e l'integrazione sociale delle persone sorde, sordocieche o con disabilità uditiva, con deficit di ...
europei pattinaggio
Storica doppietta azzurra nelle coppie del pattinaggio di figura ai Campionati europei di Espoo in Finlandia. Sara Conti di Zanica (Bg) e Niccolò Macii di Milano, pattinatori della IceLab di Berga ...
progetti emblematici bergamo
Sono sei i Progetti Emblematici 2022 selezionati da Fondazione Cariplo e Regione Lombardia per la provincia di Bergamo, iniziative di altissimo valore sociale a cui sono destinati ...
Giorno Memoria varese
Il presidente della Regione Lombardia prendendo parte a Varese, a Palazzo Estense ...
caregiver familiare lombardia
Dopo l'approvazione della legge per il riconoscimento del caregiver familiare, la Giunta di Regione Lombardia< ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima