Milano Area B

“Non voglio dare nessuna lezione al sindaco ma sia chiaro che questa è una decisione del Comune di Milano, presa autonomamente. Ribadisco la contrarietà mia e della Regione di riattivare le telecamere di Area B in un momento in cui affollare ancora di più i mezzi pubblici vuol dire aumentare e non ridurre i rischi per la salute dei cittadini”.

Replica così l’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo, alle dichiarazioni del sindaco di Milano, Giuseppe Sala.

Preoccuparsi della salute dei cittadini

“Sono convinto anche io, come lo è il sindaco Sala – dice ancora Cattaneo – che ci si debba preoccupare della salute dei cittadini milanesi”. “Proprio per questo motivo – prosegue l’assessore lombardo – ritengo sbagliata la decisone del Comune di Milano di riattivare Area B, ora che la pandemia a Milano sta prendendo una dinamica ancora più critica di quella che aveva la scorsa primavera”.

Evitare restrizioni alla mobilità

“Se il sindaco di Milano Giuseppe Sala si vuole preoccupare della salute dei cittadini milanesi – prosegue l’assessore regionale Cattaneo – la prima cosa che dovrebbe fare è quella di evitare restrizioni alla loro mobilità”. Come, invece, prevede Area B a Milano.

Stagione termica

“Inoltre – conclude Cattaneo – ricordo a Sala che la stagione termica inizia il 1° ottobre. Il 15 ottobre, quindi, è una data estemporanea rispetto a un allineamento di politiche che pure con il comune di Milano avevamo faticosamente cercato”.

ben