Coronavirus. Assessore Gallera: nessun lockdown sanitario

Nessun lockdown sanitario
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Rimodulate attività non urgenti per recuperare posti letto Covid

Assicurata attività reti ‘tempodipendenti’ e  prestazioni ambulatoriali

“Nessun lockdown sanitario ma una rimodulazione organica e funzionale delle attività sanitarie negli ospedali lombardi. La rapida evoluzione epidemiologica e il conseguente aumento del numero dei ricoveri hanno determinato la necessità di un ampliamento della disponibilità dei posti letto Covid intensivi, per acuti e sub acuti, e delle degenze di sorveglianza”.

Lo comunica l’assessore al Welfare della Regione Lombardia Giulio Gallera, commentando la circolare della Direzione Generale Welfare inviata a tutte le strutture sanitarie della Lombardia. Il documento è in attuazione del piano ospedaliero anti-Covid approvato dalla Giunta regionale il 16 ottobre scorso.

Nessun lockdown sanitarioOspedali hub

“Siamo operativi per la cura e la degenza di pazienti Covid-19 nei 18 ospedali ‘Hub’ della Lombardia” spiega l’assessore Gallera.

“In queste strutture  – prosegue – abbiamo gradualmente ridotto una parte dell’attività programmata. Eccezione solo per quella legata alle reti oncologiche e ‘tempo-dipendenti’ per la cura delle gravi patologie neurologiche, cardiovascolari e dei grandi traumi”.

Ospedali non hub

“L’attività di ricovero programmato degli ospedali ‘Non Hub’ – aggiunge – viene sospesa per  rendere disponibili posti letto Covid per acuti e subacuti. L’obiettivo è  garantire  sempre la continuità delle prestazioni urgenti e non differibili. Viene così consolidato il legame fra centri ‘Hub’ e ‘Non Hub’ anche attraverso l’attivazione di percorsi di cura e assistenza specifici con équipe multidisciplinari inter-ospedaliere”.

Irccs monospecialistici

“Gli Irccs mono specialistici dovranno garantire tra l’altro – sottolinea Gallera – la disponibilità ad accogliere i pazienti  inviati dagli ospedali ‘Hub’ e ‘Non hub’ con caratteristiche cliniche legate alla propria competenza specialistica”.

Attività ambulatoriali

“La sospensione o la riduzione delle attività – precisa Giulio Gallera – non riguardano cioè quelle ambulatoriali”.

“La rete sanitaria lombarda – conclude Gallera – ragiona e opera in ottica di sistema. Tutto ciò a beneficio della continuità delle cure e delle prestazioni, in una fase di emergenza e di grande necessità”.

ben

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

progetto parchi incontro prefetti
"Urgente intensificare i piani di contrasto allo spaccio. Nel 2022 altri 5 milioni per videosorveglianza aree verdi" La vicepresidente ed assessore al Welfare di Regione Lombardia,
task force liste attesa
Costituita in Lombardia una task force finalizzata a ridurre tempi e liste d'attesa e verificare la corretta gestione delle prestazioni in ambito ospedaliero e territoriale. L'obiettivo è di migli ...
coronavirus casi Lombardia
Ti interessa l'aggiornamento quotidiano della vaccinazioni? Clicca
vaccinazione-covid-lombardia
Vaccinazioni anti-Covid, i dati di mercoledì 29 giugno. Somministrate 24.148.931 dosi
lombardia turisti tedeschi
Magoni: Germania resta primo Paese dell'incoming lombardo La Lombardia piace ai turisti tedeschi. Lo rivela una ricerca di Polis Lombardia. Di questo argomento si è discusso, a
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima