Pinqua, ammessi 22 progetti della Lombardia per oltre 454 milioni

Pinqua Lombardia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Sono 22 i progetti della Lombardia ammessi al Pinqua, per oltre 454 milioni di euro. Il Ministero delle Infrastrutture ha infatti pubblicato la graduatoria del Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare.

“Un risultato – ha commentato Alessandro Mattinzoli, assessore alla Casa e Housing sociale di Regione Lombardia – che ci rende orgogliosi. Questa nuova visione, per gli alloggi pubblici – ha aggiunto – prevede servizi di prossimità, formazione, socialità, integrazione ed elementi di arredo che valorizzano gli spazi. Quindi non si parla solo di casa intesa come superficie abitativa, ma di armonia nella vita quotidiana per favorire inclusività sociale più che dignitosa”.

Pinqua LombardiaPinqua Lombardia, i progetti

Sono tre i progetti presentati direttamente da Regione Lombardia. Prevedono tra l’altro interventi di riqualificazione energetica, recupero di edifici sottoutilizzati e nuova costruzione in aree urbane dismesse. Previsti anche spazi e funzioni di supporto alla residenza per i quartieri Mazzini e Gratosoglio a Milano. Migliorie inoltre per il quartiere Montello a Varese e l’area ‘ex macello’ a Pavia. Diciannove sono invece quelli presentati da Comuni e Città metropolitana, su cui Regione aveva puntato. Hanno ricevuto il parere di coerenza regionale e questo ha dato l’opportunità di ottenere un punteggio maggiore in graduatoria.

Degli oltre 400 milioni di euro, ben 153 milioni riguardano il patrimonio Aler, coinvolte – oltre che nelle proposte candidate direttamente da Regione Lombardia – anche in altre proposte di finanziamento presentate dai comuni di Brescia, Bergamo, Milano e Monza.

Fondo complementare

“Aspettiamo ora il Decreto del ministro – ha aggiunto – che sancirà la copertura finanziaria con le risorse del Fondo complementare del Pnrr affinché tutte le proposte valutate positivamente dalla commissione possano essere totalmente finanziate”.

“Da lombardo e in particolare da bresciano – ha concluso Mattinzoli – sono veramente contento che il progetto della città di Brescia si sia classificato al secondo posto a livello nazionale, grazie in particolare alla valorizzazione della valenza sociale del progetto, a conclusione di un complesso Accordo di Programma attuato”.

ram

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Donne Violenza
Sei appartamenti a Milano e cinque a Rozzano a disposizione delle donne che hanno subìto violenza. Sono 26 le donne supportate, 13 delle quali hanno usufruito della consulenza legale e 8 hanno gi ...
Servizio portierato e community manager
E' di 330.000 euro il contributo straordinario della Giunta della Regione Lombardia ad Aler Milano per il servizio di ...
Piano servizi abitativi
"Un piano per i servizi abitativi innovativo che si basa su cinque assi portanti: sostenibilità, welfare abitativo, cura del ...
Bergamo casa
"Apprendo, sull'argomento casa, la notizia dell'affidamento di circa mille alloggi di proprietà del Comune di Bergamo a M ...
Caro energia soluzioni condivise
Caro energia, massima disponibilità da parte di Regione Lombardia per individuare soluzioni condivise. "Accolgo sempre favorevolmente, in linea con l ...
Milano Case Aler via Bolla
Sgombero degli inquilini abusivi nelle case Aler di via Bolla a Milano.  "Un traguardo importa ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima