Lombardia E’ Ricerca.Insediata Giuria del Premio,Andrea Ferrari presidente

Premio Ricerca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Presidente Fontana:Lombardia motore di sviluppo per tutta la nazione, in ottobre la Conferenza sul clima dedicata ai giovani

Vicepresidente Sala: un milione per la migliore scoperta su sostenibilità ambientale, il 70 per cento investito sui nostri territori

Giuria Premio

(LNews – Milano, 19 feb) Si è svolto oggi l’insediamento della Giuria del Premio Lombardia è Ricerca 2020, dedicato quest’anno al tema della sostenibilità ambientale. Nel corso dell’incontro è stato eletto Presidente della Giuria il Professore di nanotecnologia presso l’Università di Cambridge Andrea Ferrari.

“Nell’azione di governo di Regione Lombardia, che punta a mettere la persona al centro di ogni scelta – ha commentato il presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana – la sostenibilità ambientale è una priorità strategica. L’obiettivo è migliorare la qualità della vita dei lombardi conciliando le esigenze di crescita produttiva. E’ quindi a questi temi che abbiamo deciso di dedicare il premio ‘Lombardia è Ricerca‘ di quest’anno”.

Per la prima volta in Italia il Forum sul Clima, si svolgerà a Milano

“La nostra Regione – ha proseguito il presidente Fontana – è motore di sviluppo per tutta la nazione, occorre – per confermare il primato lombardo – lavorare al superamento della dicotomia fra crescita economica e sostenibilità ambientale, favorendo la transizione verso nuovi paradigmi. Regione ospiterà a ottobre del 2020 la prima Conferenza sul Clima dedicata ai giovani a Milano. Si tratta della prima volta in Italia nella storia delle Conferenze sul Clima in cui giovani di tutto il mondo si incontreranno per due giorni e adotteranno una dichiarazione finale da portare in novembre all’attenzione dei decisori alla Cop26 di Glasgow”.

Il Premio Lombardia è Ricerca 2020 sarà assegnato per una scoperta di alto valore scientifico che presenti significative ricadute in termini di miglioramento della qualità della vita. Si considereranno scoperte originali con ricadute anche economiche e sociali.
Le candidature possono essere presentate da tutti gli scienziati compresi nella lista ‘Top Italian Scientists’ di ciascuna delle aree relative al tema del Premio, circa 3800. Tutto il percorso, dall’insediamento della giuria alla proclamazione del vincitore, si svolgerà su piattaforma trasparente con tecnologia blockchain.

Premio Lombardia E’ Ricerca tra i più importanti a livello internazionale

“Siamo orgogliosi che questo sia uno dei premi scientifici più importanti nel panorama internazionale” ha aggiunto il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala.
“Uno degli obiettivi di questo Premio – ha sottolineato – è anche quello di promuovere i centri di ricerca lombardi in sinergia con i più grandi scienziati del mondo. Per questo è stato stabilito che il Premio, dal valore di un milione di euro, debba essere destinato per almeno il 70% per sviluppare la scoperta vincitrice sul nostro territorio con significative ricadute economiche e occupazionali”.

Il riconoscimento sarà consegnato nel corso della Giornata della Ricerca di Regione Lombardia, dedicata alla memoria di Umberto Veronesi, che si svolgerà il 13 novembre al Teatro alla Scala di Milano.

I giurati

Andrea C. Ferrari – Presidente
Professore di nanotecnologia presso l’Università di Cambridge UK, Direttore del Cambridge Graphene Centre e Presidente del Comitato Esecutivo del progetto ‘Graphene Flagship’, finanziato dalla Comunità Europea.

Giorgio Bernardi
Direttore di Ricerca Onorario al CNRS. Ha diretto l’Istituto Jacque Monoddi Parigi ed è stato Presidente della Stazione Zoologica di Napoli e Capo del Laboratorio di Evoluzione Molecolare.

Paola Bonfante
Professoressa emerita, già ordinario di Botanica nell’Università di Torino. È stata Direttrice del Dipartimento di Biologia delle Piante e responsabile del Centro Studi sulla Micologia del Terreno al CNR.

Roberto Bassi
Professore Ordinario di Fisiologia delle Piante presso l’Università di Verona. Membro dell’Accademia dei Licei e dell’Accademia europea.

Marco Gobetti
Professore Ordinario presso la Facoltà di Scienze e Tecnologia dell’Università di Bolzano. Membro del Comitato Italiano di Biosicurezza, Biotecnologie e Scienze della Vita.

Roberto Cingolani
Responsabile dell’innovazione tecnologica di Leonardo dopo essere stato dal 2005 al 2019 direttore scientifico dell’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova.

Liberato Manna
Responsabile del Dipartimento di Nanochimica presso l’IIT. Professore di Nanoscienze Quantistiche presso il Kavli Institute of Nanoscience della TU Delft (Netherlands).

Giuseppe Remuzzi
Direttore dell’IRCCS Istituto di ricerche farmacologiche Mario Negri. Già presidente dell’International Society of Nephrology (ISN) e membro del CDA dell’Istituto Superiore di Sanità.

Carlo La Vecchia
Ordinario di Statistica medica ed Epidemiologia presso l’Università degli Studi di Milano, Temporary advisor all’OMS, Commendatore della Repubblica Italiana per meriti scientifici.

Maurizio Prato
Professore Ordinario di Chimica Organica presso l’Università di Trieste e Ricercatore presso il CIC BiomaGUNE di San Sebastián in Spagna.

Silvia Bordiga
Professore ordinario di Chimica Fisica presso l’Università di Torino e membro INSTM. Vincitrice di un “Synergy Grant” assegnato dall’ERC e del Francois Gault Lectureship Award.

Pierpaolo Pandolfi
Professore di Medicina e Patologia presso la Harvard Medical School. Direttore Scientifico del Cancer Center e Cancer Research Institute del Beth Israel Deaconess Medical Center.

Giovanni Dosi
Professore di Economia presso la Scuola Superiore Sant’Anna. Condirettore delle task force ‘Industrial Policy’ e ‘Intellectual Property Rights’ presso la ‘Initiative for Policy Dialogue’ della Columbia University.

Dario Farina
Professore di “Neurorehabilitation Engineering” presso l’Imperial College di Londra. È stato Direttore dell’Institute of Neurorehabilitation Systems presso la Georg-August University a Göttingen.

Giulio Cerullo
Professore presso il Dipartimento di Fisica del Politecnico di Milano. Svolge attività nel campo della Fisica dei Laser, dell’Ottica non Lineare e della Fisica della Materia. (LNews)

ben

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

g7 trasporti violino stradivari
La delegazione del 'G7 dei Trasporti' guidata dal ministro delle Infrastrutture, che giovedì 11 aprile sera è stata accolta a
par condicio elezioni 2024
A seguito dell'indizione dei comizi elettorali, convocati giovedì 11 aprile, è entrata in vigore la '
Stati Generali Cinema Siracusa
"Il Cineturismo è un'opportunità straordinaria per il comparto turistico in una pragmatica collaborazione reciproca con la cultura". Così
g7 trasporti cluster lombardo mobilità
"La Lombardia vuole assumere un ruolo più importante in materia di mobilità. Vuole essere un player che possa competere a livello internazionale nell'ambito del trasporto. Per fare questo, il pri ...
autonomia lombardia legge
"Stanno cercando in tutti i modi di imporre un blocco a qualcosa che non è più rinviabile". Il presidente della Regione Lombardia,

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima