progetti contrasto bullismo

Piani: finanziamo azioni concrete per proteggere soggetti fragili
De Corato: web ha amplificato il fenomeno, nuova arma per bulli

Uno stanziamento di 500.000 euro per azioni e progetti finalizzati alla prevenzione e al contrasto del fenomeno del bullismo e del cyberbullismo.
Lo prevede una delibera approvata della Giunta regionale, su proposta dell’assessore alla Famiglia, Genitorialità, Pari Opportunità Silvia Piani, di concerto con l’assessore alla Sicurezza e Polizia Locale, Riccardo De Corato, che prevede anche uno schema di convenzione tra l’Ufficio Scolastico Regionale e Regione Lombardia per l’attuazione della linea d’intervento ‘Bullout 2.0‘.

“Con la linea d’intervento ‘Bullout’, messa in campo per il terzo anno – ha spiegato l’assessore Silvia Piani – per la realizzazione di progetti di contrasto, sensibilizzazione, formazione, sostegno e recupero delle vittime del bullismo, finanziamo azioni concrete e proteggiamo i soggetti più fragili. Nelle edizioni precedenti sono stati coinvolti decine di istituti da tutta la Lombardia. Anche nei prossimi due anni ci attendiamo la partecipazione di tanti studenti, famiglie e docenti”.

“Regione Lombardia – ha aggiunto l’assessore De Corato – con questa riedizione di un’iniziativa ormai consolidata ha investito ulteriori risorse per combattere la piaga del bullismo e del cyberbullismo. Il web ha amplificato il fenomeno e spetta alle Istituzioni, in coordinamento con la scuola e le famiglie, mettere i più giovani in condizione di capire i pericoli della rete che, se gestita male, diventa una vera e propria arma a disposizione dei bulli”.

Le istituzioni scolastiche che parteciperanno al bando (la cui pubblicazione è prevista in autunno) in qualità di scuole capofila della rete dovranno presentare progetti biennali di formazione e informazione (anche percorsi di vera e propria alfabetizzazione digitale), di sostegno alle vittime e di recupero degli autori degli atti di bullismo e cyberbullismo, attraverso la costituzione di team operativi stabili dedicati.

str