Pallavolo nel cuore di Regione Lombardia

Nel cuore di Regione Lombardia la pallavolo dà spettacolo con 200 atlete

Stabilito il nuovo primato italiano con 221 palleggi consecutivi

regione lombardia pallavolo

Pallavolo protagonista nel cuore della Regione: con 221 bagher consecutivi, piazza Città di Lombardia si aggiudica il nuovo primato di palleggi prima detenuto da Alessandria con 151 passaggi. “Una vera ‘Ripartenza da Record’ – sottolinea l’assessore regionale allo Sport e Giovani di Regione Lombardia – Festeggiamo con questo prestigioso traguardo la ripartenza dello sport di base. Siamo orgogliosi della fenomenale collaborazione che abbiamo con il CSI  – Centro Sportivo Italiano, Comitato di Milano. Ringrazio la Power Volley che si è resa disponibile per organizzare questo importante evento. Regione Lombardia c’è. Regione Lombardia sostiene lo sport. E lo sostiene per i futuri atleti del domani”.

Campioni e amatori insieme per ripartire

In Piazza Città di Lombardia si sono alternate 200 atlete del CSI insieme. Hanno brillantemente battuto il record di palleggi consecutivi. Con loro, personaggi dello sport, delle Istituzioni e ai campioni della squadra meneghina Allianz Powervolley. Per far brillare la bellezza delle piccole realtà sportive di base il CSI Milano, insieme all’Assessorato regionale Sport e Giovani in collaborazione con Stefano Tirelli, ideatore del progetto ‘Sport for Nature’, ha organizzato un evento che ha catalizzato l’attenzione degli appassionati. Tra gli ospiti presenti in parterre, infatti, anche Giusy Versace, campionessa paralimpica. Con lei Andrea Zorzi, pallavolista della ‘generazione di fenomeni’. Da citare, inoltre, Clara Mondonico, presidente dell’Associazione Emiliano Mondonico.

Società sportive di base elementi vitali della comunità

“Vogliamo accendere i riflettori sull’importanza delle società sportive di base. Sono, infatti, elementi vitali e fondamentali di una comunità, di un territorio e della società civile”, ha commentato il presidente del CSI Milano Massimo Achini. “Desideriamo fare in modo – ha sottolineato – che tutti capiscano che se le società sportive d’oratorio ripartono. Lo fanno grazie alla forza di un volontariato capace di farsi in quattro per il bene dei ragazzi. Capace di superare mille fatiche e di prendersi grandi responsabilità”.

Un rapporto costruito negli anni

“L’importante rapporto che negli anni si è instaurato con il CSI – ha, quindi, concluso l’assessore regionale – ha permesso una preziosa collaborazione che possa riportare al centro lo sport, i suoi valori, preziosi elementi per la crescita dei giovani adulti di domani”.

ben