Milano, nuovi comodati d’uso con ‘Statale’ per tre residenze universitarie

universitarie
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Bolognini: 254.000 euro per ristrutturazione e riqualificazione energetica

Regione Lombardia ha concesso alla Statale il comodato d’uso per 25 anni delle residenze universitarie di via Santa Sofia, via Bassini e via Plinio e per consentire all’ateneo di partecipare ai bandi di finanziamento nazionali per interventi di riqualificazione.

Regione ha erogato 254.000 euro per la residenza di via Bassini per svolgere interventi di ristrutturazione e riqualificazione energetica; per introdurre impianti ad alta efficienza, adeguare alle normative antincendio, abbattere le barriere e migliorare le condizioni di accessibilità e fruibilità degli spazi interni.

“Esprimo grande soddisfazione – ha dichiarato l’assessore regionale allo Sviluppo Città Metropolitana, Giovani e Comunicazione, Stefano Bolognini – per la proficua collaborazione che da anni esiste tra Regione Lombardia e l’Università degli Studi di Milano. Per questo prima di tutto voglio ringraziare il Rettore dell’Università, prof. Elio Franzini, e la Prorettrice, professoressa Marina Brambilla”.

Nello specifico, ha aggiunto l’assessore, “l’obiettivo di Regione Lombardia è mettere nuovamente a disposizione dell’ateneo per 25 anni questi tre immobili di proprietà regionale, dando un contributo allo svolgimento dei lavori di riqualificazione e di efficientamento energetico in modo da potere migliorare e sviluppare la disponibilità di posti letto per gli studenti a Milano”.

Residenze universitarie, dopo la pandemia richieste aumenteranno

“Sono convinto – ha detto Bolognini – che il sistema universitario lombardo, nel capoluogo in particolare, sia una delle tante eccellenze della nostra regione. Sono i numeri a certificarlo, nonostante la pandemia. Anzi, è lecito aspettarsi che, superata questa fase, il numero degli studenti che vorranno trasferirsi a Milano per frequentare l’università riprenderà ad aumentare.  Sarà necessaria, quindi, un’offerta di alloggi più ampia”.

“La collaborazione tra istituzioni ed enti – ha concluso Bolognini – e la volontà di migliorarsi continuamente sono certamente elementi chiave per il successo del sistema lombardo; con accordi di questo genere, Regione Lombardia vuole spendersi sempre più in questa direzione”.

“La Statale – ha commentato la Prorettrice Marina Brambilla, delegata ai Servizi per la Didattica e agli Studenti della Statale di Milano – ringrazia Regione Lombardia per il prezioso supporto che costantemente assicura al diritto allo studio; in particolare per le esigenze di residenzialità degli studenti, in forte crescita nel nostro territorio”.

“Il tema delle residenze – ha aggiunto Brambilla – è al centro dell’attenzione dell’Ateneo. Raggiunto l’obiettivo dei nuovi 300 posti fissati nel Piano strategico passato, per perseguire l’obiettivo di un aumento di 400 posti letto, l’Ateneo si candiderà al nuovo bando 338. Esso prevede il cofinanziamento da parte dello Stato di interventi per la realizzazione di alloggi e residenze universitarie”.

red

Quanto ti è piaciuto questo articolo?
5/5

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

coronavirus casi Lombardia
Ti interessa l'aggiornamento quotidiano della vaccinazioni? Clicca
vaccinazione-covid-lombardia
Vaccinazioni anti-Covid, i dati di mercoledì 18 maggio. Somministrate 23.992.368 dosi
piano lombardia contrasto povertà
Assessore Politiche sociali: pandemia ha aumentato fragilità Via libera dalla Giunta di Regione Lombardia al Pia ...
caso camici presidente regione lombardia
Non ci sarà alcun processo per il governatore "Il fatto non sussiste". Con questa motivazione il gup di Milano, Chiara Valori, ha prosciolto il  presidente ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima