Lombardia Notizie / Istruzione Formazione e Lavoro

Presentata a Palazzo Lombardia la ‘rete dei facilitatori digitali’

rete facilitatori digitali
Tironi: lavoriamo per offrire ai cittadini tutte le competenze necessarie

Fornire ai cittadini lombardi tutti gli strumenti necessari per accrescere in modo efficace le proprie competenze digitali. È l’obiettivo del bando ‘Rete dei servizi di facilitazione digitale di Regione Lombardia’, presentato dall’assessore regionale all’Istruzione, Formazione, Lavoro, Simona Tironi. L’iniziativa declina su base regionale la misura 1.7.2 del Pnrr del Dipartimento per la Trasformazione Digitale (DTD) ‘Rete di servizi di facilitazione Digitale’, che prevede iniziative di formazione erogate attraverso 3.000 centri disseminati sul territorio italiano.

Rete dei facilitatori digitali, Tironi: iniziativa per dare ai cittadini competenze necessarie

“Viviamo immersi nelle tecnologie digitali – ha detto l’assessore Tironi – ma sono ancora numerose le persone che non hanno acquisito la necessaria dimestichezza con il digitale. Eppure, a partire dal Fascicolo Sanitario, per proseguire con lo SPID (Sistema Pubblico di identità Digitale), utile in svariate circostanze, e continuando con i moduli per la richiesta di certificati o estratti conto bancari disponibili solo in forma elettronica, saper utilizzare questi strumenti è diventato ormai un requisito indispensabile per accedere ai diversi servizi disponibili per i cittadini. Ancora una volta, Regione Lombardia si schiera a fianco di chi ha bisogno di un supporto concreto e mette a disposizione una capillare rete di sportelli a cui potranno avere accesso coloro che si considerano ancora poco esperti in materia digitale. Nessuno, infatti, deve essere lasciato indietro”.

Diffondere l’uso delle nuove tecnologie

Il bando legato al progetto ‘Digitale Facile’, promosso da Regione Lombardia, punta a diffondere un utilizzo consapevole della rete e delle nuove tecnologie, favorendo, allo stesso tempo, il pieno godimento dei diritti di cittadinanza digitale attiva, l’inclusione digitale, l’autonomia nell’uso di internet e dei servizi digitali. In particolare, saranno messi a disposizione dei cittadini contenuti informativi che permettono di acquisire le competenze di base per approcciarsi in modo efficace al mondo digitale.

Entro il 2025 grazie a rete dei facilitatori digitali 424 punti di formazione

Nello specifico, Regione Lombardia attiverà, entro il 2025, 424 punti di facilitazione per formare 341.000 cittadini. Attualmente si può accedere al servizio informativo attraverso i Punti di Facilitazione già aperti e disponibili a questo link https://www.regione.lombardia.it/wps/portal/istituzionale/HP/digitale-facile/punti-facilitazione-digitale.

Digitale: superare il divario di genere

Secondo un report Istat 2023, le competenze digitali in Italia e in molti Paesi europei sono caratterizzate da importanti divari legati. A influire sono in particolare caratteristiche socio-culturali della popolazione. Il 61,7% dei ragazzi di età compresa tra 20 e 24 anni residenti in Italia che ha usato internet ha competenze digitali almeno di base. Tuttavia tale quota diminuisce rapidamente con l’età. Nella fascia di età compresa tra i 55-59enni si arriva al 42,2% per poi scendere al 19,3% tra le persone di 65-74 anni.

Altro elemento rilevante emerso dal report è il fatto che questo livello di competenze risulta caratterizzato da una forte disparità a favore degli uomini. Nello specifico nel nostro Paese il divario è di 3,1 punti percentuali. Tuttavia, almeno fino ai 34 anni di età, si registra un vantaggio femminile che poi si riduce a partire dai 45 anni.

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima