Processi patologici e medicina precisione, 11 milioni per ricerca biomedica

ricerca biomedica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Bando 'Early Career Award' a sostegno del mondo dei giovani ricercatori. Contributi fino a 500.000 euro, domande dal 28 agosto al 29 settembre 2023

Oltre 11 milioni di euro per finanziare progetti di ricerca biomedica che aiutino a comprendere i processi patologici alla base delle malattie e le ricadute diagnostiche e terapeutiche nell’ambito della Medicina di precisione. È la dotazione del bando ‘Early Career Award’ gestito della Fondazione Regionale per la Ricerca Biomedica riservato a giovani ricercatori presentato questa mattina alla presenza del presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana e dell’assessore alla Ricerca, Innovazione e Università, Alessandro Fermi.

La medicina di precisione

“La Lombardia – ha esordito Fontana – anche attraverso il lavoro della Fondazione, punta dunque ‘forte’ sulla Medicina di precisione come strumento per porre sempre più l’individuo e i suoi fabbisogni al centro delle cure e sulla ricerca per combattere malattie rare, cancro e la resistenza antibiotica”.
“Crediamo molto – ha detto Fermi – nel promuovere, nel settore delle Scienze della Vita, la ricerca scientifica e sanitaria, nel sostenere la ricerca applicata e lo sviluppo sperimentale, l’innovazione e la divulgazione dei risultati della ricerca. Per questo stanziamo 11.140.800 euro per investire in progetti cui risultati siano trasferibili, nel medio periodo, ai pazienti e ai servizi sanitari sul territorio lombardo. In questo modo vogliamo valorizzare il capitale umano non solo per consolidare l’eccellenza scientifica della Lombardia in Italia e in Europa, ma anche per contrastare la fuga dei cervelli”.

Un sostegno per i giovani ricercatori

“Ancora una volta – ha aggiunto – la strategia e la volontà della Lombardia è quella di promuovere le competenze e le abilità dei nostri giovani ricercatori. Il tutto cercando di metterli nelle giuste condizioni per dare forma e contenuto alle proprie iniziative. Così, favoriamo anche la crescita e lo sviluppo del sistema sanitario regionale. Necessita, infatti, di nuove leve e di forze pronte a dare un cambio di passo. È un settore chiamato anno dopo anno a innovarsi e a prestare sempre più attenzione alla ricerca e ai risultati a essa legati”.

I campi di indagine dei progetti che afferiscono alla ricerca biomedica

In particolare, i progetti dovranno afferire alle seguenti specialità:
Cardiovascolare, con particolare attenzione all’arresto cardiaco extra-ospedaliero e, inoltre, alla malattia coronarica aterosclerotica;
Oncologia, con focus su sviluppo di terapie cellulari in ambito oncologico e onco-ematologico e di terapie e approcci diagnostici basati su principi di medicina nucleare;
Neurologia, con focus su innovazione diagnostica e terapeutica nel trattamento delle malattie neuromuscolari e radicali liberi, stress ossidativo e danno neurologico;
Malattie rare, con progetti dedicati a percorsi diagnostici precoci, terapie cellulari, e innovazioni chirurgiche per la cura di malattie genetiche rare dell’età pediatrica e/o adulta e Screening neonatale.

Soggetti beneficiari

Possono beneficiare dei contributi Aziende Socio-Sanitarie Territoriali (ASST), Agenzie di Tutela della Salute (ATS), Istituti di ricovero e cura a carattere scientifico (IRCCS) di diritto pubblico e privato, Azienda Regionale Emergenza Urgenza (AREU) e giovani ricercatori affiliati a Università o Organismi di Ricerca (deve essere convenzionato e svolgere il progetto per almeno 16 ore/settimana presso ASST, ATS, IRCCS o AREU).

fondazione ricerca biomedicaRequisiti

La sede operativa deve essere attiva in Lombardia alla data di presentazione della domanda. I ricercatori devono avere massimo 40 anni.

Dotazione finanziaria

Come detto, la dotazione finanziaria è di 11.140.800 euro. L’importo finanziabile pari a 500.000 euro per progetto. Il budget di ogni annualità non potrà superare il 40% del totale richiesto. Il finanziamento è pari al 100% delle spese ammissibili e il contributo a fondo perduto.
Ottimizzato per il web da:
Andrea Filisetti

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

riforma autonomia fontana
“Le contestazioni sulla riforma relativa all'autonomia differenziata denotano una mancanza di seri ...
stati generali fontana
“Siamo confortati dal riconoscimento di Moody’s sul rating. La Lombardia è definita infatti una regione con una ‘ricca base imponibile’ e con una importante ‘flessibilit ...
milano cortina 2026 chiaravalle
Pensare all'abbazia di Chiaravalle, poco fuori Milano, come riferimento spirituale del Villaggio Olimpico di Milano-Cortina 2026. Un'idea sulla qu ...
regione lombardia avis sangue bertolaso
Un appello ai volti noti dello sport, dello spettacolo e della TV a diventare testimonial dell'importanza della donazione del sangue e del plasma. Lo ha lanciato l'assessore regionale al Welfare, < ...
case popolari legalità
“Regione Lombardia sta attuando un piano senza precedenti, da 1,5 miliardi di euro, per l’edilizia residenziale pubblica e gli alloggi a canone agevolato. Il programma, denominato ‘Mi ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima