Rsa/Rsd, per Covid non gravi letti sub acuti in degenze sorveglianza

Letti sub acuti per Rsa covid positivi
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Gallera: Regione ha chiesto alle Ats di contrattualizzare 1.500 nuovi posti

Regione Lombardia ha chiesto alle Ats di contrattualizzare 1.500 nuovi posti letto. Destinati a sub acuti e degenze sorveglianza per trasferire gli ospiti Rsa/rsd covid positivi ma non gravi”. Ne dà notizia l’assessore al Welfare, Giulio Gallera. Quindi aggiunge: “Roggiani si dovrebbe vergognare d’intervenire su una materia che dimostra di non conoscere, così da causare l’ennesima figura al suo partito”. 

Nessun dimesso positivo dagli ospedali andrà nelle Rsa

“Nessun dimesso positivo dagli ospedali – sottolinea l’assessore al Welfare lombardo – andrà nelle Rsa“.

Regione ha approvato una delibera specifica per 1.500 posti

“Regione – chiarisce Gallera – ha approvato una delibera specifica. In essa conferisce alle Ats il mandato d’individuare sul territorio lombardo 1.500 posti letto per sub acuti e degenze di sorveglianza. In parte riconvertendo dei posti letto ‘no Covid’ e in parte mettendone a contratto dei nuovi. Ciò proprio per accogliere ospiti positivi, asintomatici o pauci sintomatici, provenienti anche dalle strutture residenziali per anziani e disabili”.

In Rsa migliaia di tamponi sistematici: casi positivi in nuove strutture

“Abbiamo finora effettuato decine di migliaia di tamponi – aggiunge l’assessore al Welfare – a ospiti e operatori delle Rsa, in modo sistematico. Le nostre delibere prevedono dunque che, i casi positivi, vengano spostati dalle attuali strutture”.

Con aumento ricoveri ospedalieri opportuno rafforzare l’offerta

“Con l’aumento dei ricoveri ospedalieri – precisa Gallera – abbiamo deciso, infatti, che era opportuno rafforzare l’offerta di posti letto per sub acuti. Siti che non rientrano nella disponibilità delle rete ospedaliera, ma garantiscono, comunque, un’assistenza di carattere sanitario. Come, a esempio, nel caso delle strutture di riabilitazione”.

Chi parla deve sapere differenza tra assistenza garantita e Residenze per anziani

“La Roggiani dovrebbe conoscere la differenza – prosegue l’assessore – fra l’assistenza sanitaria garantita in un posto letto per sub acuti e quella delle Residenze per anziani”.

Fake news rischiano creare più allarmi dell’evoluzione pandemica

“Ogni altra interpretazione malevola e accusatoria – conclude Gallera – è falsa e generata ad arte da soggetti senza scrupoli che stanno creando tanti problemi e allarmi, legati alla disinformazione, più di quanti ne stia facendo l’evoluzione pandemica”. 

dvd 

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

lombardia donazione organi
Presentato a Palazzo Pirelli il Protocollo di Intesa siglato tra Regione Lombardia, Coordinamento Regionale Trapianti, AIDO (Associazione italiana per la donazione di organi, tessuti e cellule) e F ...
RICETTE ELETTRONICHE
Il Servizio di notifiche del Fascicolo Sanitario Elettronico (FSE) si è aggiornato offrendo ai cittadini la possi ...
Oltre 200 studenti degli Istituti superiori lombardi hanno assistito al convegno organizzato dall'assessorato alla Sicurezza di Regione Lombardia 'alcol e droga al volante, metti un freno'. Nel cor ...
volo salva vita
Non è in pericolo di vita il bimbo di due anni trasportato il 2 aprile '24 con un volo sanitario, su un Falcon 900 dell'Aeronautica militare italiana, da Catania - dove era ricoverato nel reparto ...
Covid zero terapie intensive
Domenica 7 aprile si celebra la 'Giornata mondiale della salute'. Gli enti del Sistema Sanitario Regionale, dal 7 fino a saba ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima