sistemi malghivi per l'agricoltura di montagna - rolfi

“Il finanziamento di oltre 3,5 milioni dell’operazione ‘Salvaguardia e valorizzazione dei sistemi malghivi’, nell’ambito del Psr 2014-2020 conferma l’attenzione di Regione Lombardia all’agricoltura eroica di montagna”. Lo afferma l’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi Verdi Fabio Rolfi, commentando il decreto di assegnazione dei fondi per il settore malghivo.

Dotazione aumentata

“Il bando – ricorda l’assessore Rolfi – aveva una dotazione iniziale di 3 milioni”. “A fronte delle domande, però – ha continuato -, è stato richiesto, e ottenuto, il parere positivo dell’Autorità di gestione a garantire la disponibilità di risorse sino al contributo complessivo di 3.590.885,97 euro”. “In questo modo – rimarca l’assessore – possiamo rispondere positivamente e finanziare tutte le 27 domande istruite con esito positivo”.
Domande che hanno un valore di 3.989.873,34 euro, ma sono finanziabili per 3.590.885,97 euro.

Risparmi realizzati

Le maggiori risorse sono state possibili, in fase di attuazione dei progetti, grazie a ribassi d’asta e modifiche dei lavori realizzati, con una necessità di risorse economiche inferiore del 20 per cento rispetto al preventivato.

Programma sviluppo rurale

La Misura rientra nell’operazione 4.3.02 del Programma di sviluppo rurale della Lombardia e risponde a istanze dei territori delle province di Sondrio, Brescia, Bergamo, Lecco e Como. “Con l’assegnazione di questi fondi – conclude l’assessore Rolfi – consentiamo la realizzazione di progetti che fanno crescere l’agricoltura lombarda di montagna”.

Di seguito i beneficiari con l’indicazione del contributo concedibile suddivisi per provincia:

Provincia di Sondrio:

– Comune di Gerola Alta 225.000 euro;
– Comune di Bema 180.000 euro;
– Comune di Gerola Alta (2) 143.100 euro;
– Comune di Bormio 198.674 euro;
– Comune di Valdisotto 160.803 euro;
– Comune di Buglio in Monte 124.670 euro;
– Comune di Teglio 143.104 euro;
– Comune di Mazzo di Valtellina 225.000 euro;
– Comune di Valdisotto (2) 66.231 euro;
– Comune di Torre di Santa Maria 51.719 euro.

Provincia di Brescia:

– Comune di Vione 212.589 euro;
– Comune di Magasa 192.762 euro;
– Comune di Ossimo 211.500 euro;
– Comune di Vione (2) 215.274 euro;
– Comune di Borno 219.535 euro;
– Comune di Borno (2) 224.098 euro;
– Comune di Piancogno 174.571 euro;
– Comune di Marmentino 26.622 euro;
– Comune di Darfo Boario Terme 35.582 euro;
– Comune di Berzo Inferiore 28.278 euro;
– Comune di Berzo Inferiore (2) 189.578 euro;
– Comune di Collio 66.600 euro.

Provincia di Bergamo:

– Comune di Taleggio 76.320 euro;
– Amministrazione di Cusio 61.661 euro.

Provincia di Como:

– Comunità Triangolo Lariano 72.148 euro.

Provincia di Lecco:

– Comune di Margno 30.757 euro;
– Comune di Crandola Valsassina 34.700 euro.

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0