Suinicoltura, in Lombardia metà del totale nazionale, 4,3 milioni di capi

produzione zucca
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Rolfi: coinvolgere allevatori all’interno dei Consorzi
Oggi a Cremona gli Stati Generali della suinicoltura

Regione Lombardia è leader nella suinicoltura nazionale. In Lombardia vengono allevati 4,3 milioni di suini, ossia la metà del totale nazionale.
Brescia è la prima provincia con 1,4 milioni di capi, seguita da Mantova e Cremona. Sono i dati comunicati dall’assessore regionale lombardo all’Agricoltura Fabio Rolfi nel corso degli Stati Generali della suinicoltura che si sono svolti oggi alla Fiera di Cremona.

Made in Italy

“Poiché le Dop sono portabandiera del Made in Italy nel mondo – ha sottolineato Rolfi – l’aggiornamento dei disciplinari è necessario per garantire ad allevatori e consumatori la qualità dei prodotti, che deve essere sempre tutelata, assicurando trasparenza e tracciabilità. In questi anni ci sono stati dei problemi e in alcuni casi sono mancate. Quello che è successo – ha continuato – non deve più succedere, perché si è rischiato il declassamento delle Dop mettendo a rischio tutto il settore”.

Condividere scelte programmatiche e governo offerta

“È necessario – ha proseguito l’assessore – il coinvolgimento degli allevatori all’interno dei consorzi per condividere le scelte di programmazione e governo dell’offerta in una logica di reale filiera che oggi manca”.

Dividere impianti

Rolfi ha anche sollecitato il tema della separazione degli impianti di stagionatura delle cosce Dop rispetto a quelle smarchiate per evitare commistioni e creare quegli anticorpi necessari a combattere le pratiche sleali che danneggiano soprattutto i produttori.

Sui mercati internazionali vincono qualità e sicurezza

“Sui mercati internazionali la competitività è spietata e solo la distintività, la qualità e la sicurezza alimentare dei nostri prodotti possono garantire redditività ai nostri imprenditori. Il tema dell’internazionalizzazione – ha concluso l’assessore – è fondamentale. L’apertura da parte della Cina alla carne di maiale è una opportunità eccezionale. Dobbiamo sburocratizzare il sistema per supportare le nostre aziende.”

I numeri

Il numero dei suini allevati nelle diverse province lombarde è complessivamente di 4,3 milioni così suddivisi, che rappresentano il 50% della produzione italiana:

Bergamo 299.995

Brescia 1.383.936

Como 2.212

Cremona 820.860

Lecco 4.099

Lodi 360.000

Mantova 1.095.536

Monza e Brianza 3.485

Milano 72.370

Pavia 243.587

Sondrio 1.755

Varese 1.079 (dati Regione Lombardia).

str

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

riserve naturali manutenzione
Regione Lombardia ha deliberato lo stanziamento di 716.000 euro da destinare agli enti gestori delle
contrasto poverta lombardia
Una dotazione di 3,3 milioni di euro destinati a combattere la povertà attraverso la promozione dell'attività di recupero e distribuzione dei prodotti alimentari ai fini di solidarietà sociale.< ...
Siccità-critica-in-Lombardia
Regione Lombardia ha approvato la delibera con cui sono stati delimitati e definiti i danni registrati alle aziende agricole ...
ricette anti spreco alimentare lombardia
Torna con una edizione speciale Chef Save The Food, il progetto di CODICI Lombardia finanziato dalla
agricoltura caro energia
Intervento per settore suinicolo e da latte di montagna Contributi alle imprese fino a 15.000 euro Per il settore dell'agricoltura, contro il caro energia oltre 17 milioni alle  ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima