terrore bus

Terrore bus, l’assessore: strage evitata solo grazie al coraggio dei ragazzi e dei Carabinieri

L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia Locale, Riccardo De Corato, ha commentato la sentenza emessa nei confronti di Ousseynou Sy. Nel marzo del 2019 il 48enne dirottò e incendiò un bus a Crema con, a bordo, cinquanta ragazzini, due insegnanti e una bidella.

“La decisione della Corte d’Assise d’Appello di Milano – ha affermato De Corato – di ridurre la condanna da 24 a 19 anni di reclusione, è un pessimo segnale”.

“Le frasi pronunciate dal criminale per cercare di sminuire il suo gesto – ha aggiunto – motivandolo come ‘vendetta’ per i migranti morti in mare, non possono attenuare la gravità dell’accaduto. Infatti è solo grazie al coraggio dei ragazzini a bordo del bus, abili nel chiamare i soccorsi, e al tempestivo intervento dei Carabinieri di San Donato Milanese, che il sequestratore non ha portato a termine il suo folle gesto. A loro rivolgo, nuovamente, il ringraziamento per aver evitato una strage di 50 persone innocenti”.

“Questa sentenza, purtroppo – ha concluso l’assessore regionale – suona come uno schiaffo in faccia agli ostaggi, alle loro famiglie e agli uomini in divisa. Mi auguro che il sequestratore sconti tutti gli anni di condanna senza benefici o ulteriori riduzioni di pena”.

med

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 5 / 5. Voti: 4

1