Torbiere del Sebino, Rolfi: pieno sostegno a nuovo presidente Bosio

tobiere del Sebino
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

È stato eletto dai rappresentanti degli enti locali del Sebino il nuovo presidente dell'ente gestore della Riserva delle Torbiere del Sebino. Si tratta di Giambattista Bosio, ex agente del Nucleo ittico venatorio della Provincia di Brescia. La scelta ha destato critiche da alcune associazioni ambientaliste, in quanto Giambattista Bosio è titolare di una licenza di caccia. Sul tema è intervenuto Fabio Rolfi, assessore all'Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia.

L’assessore: possedere una licenza di caccia non è una colpa

È stato eletto dai rappresentanti degli enti locali del Sebino il nuovo presidente dell’ente gestore della Riserva delle Torbiere del Sebino. Si tratta di Giambattista Bosio, ex agente del Nucleo ittico venatorio della Provincia di Brescia. La scelta ha destato critiche da alcune associazioni ambientaliste, in quanto Giambattista Bosio è titolare di una licenza di caccia. Sul tema è intervenuto Fabio Rolfi, assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia.

Pieno sostegno della Regione

“Il nuovo presidente – ha detto l’assessore all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi Fabio Rolfi – ha il pieno sostegno della Regione Lombardia. E questo nel totale rispetto della scelta operata in autonomia dagli enti locali del Sebino”.
“Nei prossimi giorni – ha continuato – mi recherò nella riserva naturale per incontrare Bosio e definire insieme il percorso da affrontare per migliorare questa stupenda realtà del nostro territorio. Contro di lui gli animalisti radicali e i loro protettori politici stanno provando a creare un clima da caccia alle streghe”.

L’unica colpa la licenza di caccia

“La sua unica colpa – ha osservato l’assessore – sarebbe quella di avere una licenza di caccia. Da parte di chi lo accusa – ha aggiunto – c’è una condanna preventiva senza tener conto del fatto che gli enti locali abbiano operato nel pieno rispetto delle normative”.

Un curriculum adeguato

“Bosio – ha rimarcato Rolfi – ha un curriculum totalmente adeguato al ruolo, è un esperto di tematiche ambientali e in carriera ha anche svolto per conto della Procura indagini relative a reati ambientali”. “È un uomo – ha aggiunto – che conosce bene le regole e metterà la sua esperienza al servizio delle Torbiere. Andrà giudicato sui fatti e non con i pregiudizi”.

Attività di presidio

“Ricordiamo agli estremisti – ha detto l’assessore – con il paraocchi che anche la caccia è una attività di presidio ambientale e occorre abbandonare ideologie malate secondo le quali il tema della tutela ambientale e la proprietà di parchi e riserve siano prerogativa esclusiva di qualche associazione”.

Caccia vietata nelle riserve naturali

“Ricordo infine – ha concluso Rolfi – che nelle riserve naturali la caccia è vietata. Quindi le critiche sono totalmente fuori luogo”.

gus

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

lecco geoscienze festival
Far conoscere al grande pubblico le scienze della terra attraverso una serie di appuntamenti, di taglio divulgativo, che vedono come protagonisti studiosi ed esperti del settore. ...
abbattimento liste attesa Lombardia
Oltre 61 milioni di euro per abbattere le liste d'attesa e arrivare a garantire oltre 7 milioni di prestazioni (di cui 2 milioni di prime visite) di quelle che rientrano nel Piano Nazionale ...
ultra trail lake como
È stata presentata in Regione Lombardia la Ultra Trail Lake Como (Utlac), la corsa in montagna lungo tutto il lago di Como destinata ...
Giuliano Luciano Redaelli recordman Belvedere
È il recordman delle visite al Belvedere del 39° piano di Palazzo Lomb ...
olimpiadi 2026 valtellina opere
"I Giochi sono lo spettacolo più seguito in assoluto, miliardi di contatti tra televisione e digitale. Moltissime persone avranno la possibilità, nelle Olimpiadi del 2026, di conoscere i nostri t ...
Incidente aereo Palazzo Pirelli commemorazione
Ventidue anni dopo l'incidente aereo a Palazzo Pirelli, la commemorazione  delle due avvocatesse morte nel tragico schianto

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima