anticipo trasporto pubblico locale

“Il Governo sta tardando nell’erogazione delle risorse per il funzionamento del Trasporto pubblico locale. Il decreto che assegna alle Regioni l’80% del Fondo Nazionale Trasporti per legge dovrebbe essere adottato entro il 15 gennaio di ogni anno, ma, a oggi, non è ancora stato perfezionato. Le Regioni hanno sollecitato più volte lo sblocco dei finanziamenti, senza ottenere riscontri”. Lo spiega l’assessore regionale a Infrastrutture, Trasporti e Mobilità sostenibile, Claudia Maria Terzi.

Quattro regioni del Nord insieme per sollecitare Roma

“Per questo – ha proseguito Terzi – insieme agli assessori regionali Elisa De Berti (Veneto), Marco Gabusi (Piemonte) e Giovanni Berrino (Liguria), abbiamo scritto una lettera al Governo per chiedere nuovamente l’adempimento di questo atto indispensabile. Occorre garantire i flussi finanziari da corrispondere alle aziende che svolgono i servizi di trasporto pubblico e che sono a loro volta tenute al pagamento di dipendenti e fornitori”.

“Ho voluto firmare questo appello – ha aggiunto l’assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Marco Gabusi – insieme alle altre Regioni del Nord Italia. Per far fronte comune davanti alla urgente necessità di avere le risorse per tenere in piedi il sistema. Solo così le aziende di trasporto pubblico locale potranno garantire il servizio”.

Urgenza trasferimento fondi per sostenere il trasporto pubblico locale

“Provvedere al trasferimento dei fondi – ha concluso Terzi – è ancora più urgente in questi giorni di emergenza sanitaria, considerate le difficoltà in cui versano le aziende che operano nel settore del trasporto pubblico. Basti pensare alla forte diminuzione dell’utenza e quindi dei relativi introiti da biglietti e abbonamenti. Regione Lombardia già lo scorso anno aveva anticipato le risorse con la propria cassa. Lo aveva fatto per sopperire, ancora una volta, ai ritardi del Governo”.

dbc