Treno del ricordo a Milano, alimentare la memoria soprattutto nei giovani

treno del ricordo
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Il convoglio sta attraversando l’Italia per onorare la memoria delle vittime delle foibe

“Conoscere quanto avvenuto, il nostro passato, è la base per costruire un presente e un futuro migliore. E parlando di futuro come non rivolgere un pensiero alle giovani generazioni. Queste giornate, queste iniziative, dobbiamo farle vivere tutti insieme perché siano una memoria futura. Una consegna ai giovani per educarli sui valori che devono essere centrali come la pace e il rispetto”.

Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, intervenendo alla Stazione Garibaldi di Milano alla sosta del ‘Treno del ricordo’, il convoglio storico che sta attraversando l’Italia per onorare la memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano, fiumano, giuliano-dalmata. Presenti, tra gli altri, il presidente del Senato, Ignazio La Russa, il ministro Daniela Santanchè, il presidente del Consiglio regionale Federico Romani e diversi rappresentanti della Giunta regionale.

Significato profondo del treno del ricordo

“Guardando questo treno – ha osservato il governatore lombardo – ripercorriamo idealmente il viaggio compiuto dagli esuli, che dovettero abbandonare la propria terra. Un viaggio non semplice e che anche al loro arrivo in molti casi non si è tradotto con una ‘rinascita’ semplice. Non sempre vennero accolti con solidarietà”.

Vent’anni dopo

Sono passati 20 anni dall’istituzione del Giorno del ricordo (con la legge n°92 del 2004) che ogni anno spinge tutti a un momento di riflessione su questi tragici eventi della storia d’Italia. “Una pagina – ha sottolineato Fontana – a lungo dimenticata”. Ricordare, ha invece ribadito il presidente lombardo “serve a tutti noi, a chi rappresenta le istituzioni, e non solo, perché sulle tristi vicende del nostro passato non ci possono essere divisioni. L’obiettivo del ricordo – ha concluso con forza Fontana – deve essere quello, apprendere dalla storia per non ripetere gli stessi errori”.

Presenti il vicepresidente Alparone, gli assessori Caruso, Franco, Lucente e il sottosegretario Piazza

Alla Stazione Garibaldi di Milano durante la fermata del ‘Treno del ricordo’, il convoglio storico partito il 10 febbraio, per onorare la memoria delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano, fiumano, giuliano-dalmata, erano presenti, oltre al presidente di Regione Lombardia Attilio Fontana, il vicepresidente, Marco Alparone, gli assessori Francesca Caruso, Paolo Franco e Franco Lucente e il sottosegretario Mauro Piazza.

Vicepresidente Alparone: ricordo da tramandare alle nuove generazioni

“Salire sul treno – ha detto il vicepresidente della Regione Lombardia e assessore al Bilancio, Marco Alparone – è stato particolarmente emozionante. Qui viene raccontata la storia di italiani che non avevano più né una terra né una patria. Questo percorso del ricordo deve essere tramandato alle nuove generazioni, narrando la storia di nostri connazionali che sono stati trucidati dai comunisti titini e che si sono ritrovati nella loro patria senza essere riconosciuti come italiani”.

Assessore Caruso: pagine buie della storia

“Rivolgo i complimenti al Governo – ha affermato l’assessore regionale alla Cultura, Francesca Caruso – per aver organizzato questa iniziativa. Occorre ricordare, dopo oltre 40 anni di silenzio storico, anche per ridare dignità ai più di 350.000 esuli e agli oltre 10.000 morti per mano dei partigiani titini solo per il loro amor di patria. E i nostri giovani devono conoscere queste tristi pagine di storia – ha concluso – troppo a lungo taciuta”.

Assessore Franco: treno del ricordo simbolo di ‘riscatto’

“Il ‘Treno del ricordo’ è un piccolo ‘riscatto’ doveroso nei confronti dei nostri connazionali, sia agli esuli che alle persone uccise, peraltro per ben due volte, cioè ‘assassinate’ anche da chi per anni ha voluto negare i fatti per ideologia. Questo treno va nella direzione giusta e ricorda chi, in Italia, si è reso colpevole di non averlo fermato. Occorre continuare a raccontare questi fatti drammatici – ha concluso – per ricordare ai nostri ragazzi come le cose sbagliate della storia non debbano ripetersi”.

Assessore Lucente: conservare memoria vittime foibe

“Sono trascorsi 20 anni dalla legge istitutiva del giorno del ricordo” ha detto l’assessore regionale ai Trasporti Franco Lucente. “Il treno che abbiamo visitato ha già accolto migliaia di cittadini, studenti, autorità e rappresentanti delle comunità giuliano-dalmate. Tutti quanti hanno potuto conoscere e approfondire quella triste storia. Vogliamo conservare e rinnovare la memoria di tutte le vittime delle foibe. Ricostruire e narrare la storia degli italiani dell’Istria, di Fiume e della Dalmazia, dell’esodo dalle loro terre. E anche della più complessa vicenda del confine orientale italiano.

treno del ricordo

Sottosegretario Piazza: momento particolarmente toccante

“Quello odierno – ha affermato il sottosegretario all’Autonomia e Rapporti con il Consiglio regionale, Mauro Piazza – è stato un doveroso ricordo, particolarmente toccante, di un episodio doloroso della nostra storia. Un momento di celebrazione per delle persone che sono state ‘italiane due volte’, per nascita e per scelta”.

Ottimizzato per il web da:
Massimo Calabrò

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

personale sanitario
Il 20 febbraio si celebra la Giornata nazionale del personale sanitario e sociosanitario, del personale socioassistenziale e del
strade provinciali Lombardia manutenzione
Regione Lombardia stanzia 50,1 milioni di euro per finanziare la manutenzione straordinaria delle strade provinciali. Lo stabilisce una delibera della Giunta
sport associazioni promozione
Tre milioni di euro per associazioni, enti di promozione e comitati regionali di federazioni dello sport. È quanto previsto da una misura approvata dalla Giunta regionale, 3.063.142 euro nel detta ...
lombardia beni confiscati
Valorizzare i beni confiscati presenti in Lombardia, mettere a sistema ogni informazione utile ad accelerare i processi di destinazione, assegnazione e utilizzo, creando le migliori condizioni per ...
lollobrigida agricoltura lombardia locomotiva
"La Lombardia è la locomotiva d'Italia e deve continuare a esserlo. Quindi bisogna che i ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima