Val Brandet

Foroni e Rolfi: azione di tutela del territorio necessaria dopo piogge di ottobre

“La Regione Lombardia è in prima linea ancora una volta per la difesa del suolo in zone particolarmente sensibili come la Val Brandet. Le precipitazioni del 2 e 3 ottobre sono state intense e le piene hanno causato fenomeni erosivi agli argini e di trasporto solido lungo la valle, interrompendo la strada e mettendo a rischio la frazione di Sant’Antonio. La Regione Lombardia ha stanziato 500.000 euro per procedere con interventi urgenti a salvaguardia della pubblica incolumità”. Lo hanno annunciato gli assessori regionali lombardi Fabio Rolfi (Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi) e Pietro Foroni (Territorio e Protezione civile) in seguito al decreto regionale firmato mercoledì 18 novembre.

Mitigazione del rischio lungo la valle

Gli interventi saranno finalizzati a mitigare il rischio lungo la valle e soprattutto per la frazione di Sant’Antonio. Come ente attuatore è stato individuato direttamente il Comune di Corteno Golgi (Brescia)

Interventi consistenti

“Gli interventi da fare per mettere in sicurezza tutta la zona della Val Brandet sono consistenti, ma era necessario agire subito – hanno detto gli assessori – per tutelare l’abitato. E fare in modo che il versante della strada non franasse nel fiume”.

Collaborazione fattiva con il Comune

“Quindi queste risorse – hanno concluso Foroni e Rolfi – serviranno alla pulizia dell’alveo, al ripristino degli argini, a realizzare opere provvisorie in difesa dei ponti e al riempimento delle voragini che si sono create. C’è stata una collaborazione fattiva e tempestiva con il Comune per stilare un resoconto delle opere più urgenti da realizzare. E poter agire così in poche settimane”.

gus