Bonifica sito Caffaro (Brescia), al via Accordo di Programma da 85 milioni

bonifica sito caffaro
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore Cattaneo: risultato è frutto di un lavoro condiviso; barriera idraulica va mantenuta

È stato firmato l’accordo di programma tra Stato, Regione Lombardia e Comuni, per la realizzazione degli interventi di messa in sicurezza e bonifica del sito di interesse nazionale di Brescia Caffaro. Un piano da 85 milioni di euro messi tra Regione e Governo.

“Saluto con favore – commenta l’assessore regionale all’ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo – l’accordo di programma che è frutto di un lavoro lungo, intenso, che vede il contributo di tutti anche dal punto di vista economico: degli 80 milioni di euro, 30 sono destinati da Regione Lombardia alla Caffaro, proprio perché riconosce l’importanza di questo Sito di Importanza Nazionale. Un’area importante non solo per Brescia, ma anche per tutta la Lombardia”.

Lo afferma l’assessore all’Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo intervenendo alla conferenza stampa di presentazione dell’Accordo di Programma Brescia Caffaro, che si è tenuta questa mattina in videoconferenza.

Non demordere

“È stata decisiva la volontà di tutti gli enti territoriali di non demordere – spiega Cattaneo -. Anche a fronte delle difficoltà che sono emerse all’inizio di quest’anno. Ed è stato il lavoro del Tavolo tecnico, coordinato da Regione Lombardia, ma voluto fortemente da tutte le istituzioni del territorio, che ha permesso di sciogliere i nodi. Nodi che solo alcuni mesi fa sembravano irrisolvibili e che invece abbiamo risolto con un lavoro condiviso, attento e approfondito”.

Lavoro di squadra

“Ricordo tuttavia – prosegue l’assessore – il problema connesso al mantenimento della barriera idraulica, condizione assoluta per la prosecuzione della messa in sicurezza dell’area. A fronte delle criticità emerse in questi giorni, prima fra tutte l’uscita di scena di Caffaro Brescia, dobbiamo proseguire tutti insieme con un lavoro condiviso. Lo scopo evitare il pericolo che la barriera idraulica venga interrotta. L’area deve rimanere in sicurezza a tutela della salute di tutti, in primo luogo dei cittadini bresciani e a tutela dell’ambiente”.

Priorità

“Regione Lombardia, attraverso una regia attenta – conclude l’assessore all’Ambiente – continuerà a considerare prioritaria l’area Caffaro e la prosecuzione dei lavori per la definitiva messa in sicurezza e il risanamento di questo sito così importante per tutti”.

fsb

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Lupi in pericolo
Regione Lombardia e Provincia Brescia aderiscono a progetto Ue Migliorare la coesistenza fra i lupi, attualmente in pericolo, e le persone che vivono e lavorano sulle Alpi. Obiettivo, real ...
fotovoltaico
Assessore: puntiamo su riduzione consumi energetici e sviluppo rinnovabili Riduzione di circa un terzo dei consumi di energia e raddoppio della quota di produzione di energia da fonti rinn ...
lago di Varese
L'andamento dei dati conferma, presso il Lago di Varese, il rispetto di tutti i parametri necessari per la balneabilità. E mostra inoltre come non ci siano state alterazioni sulla qualità delle a ...
Il sito riveste un’importanza strategica per sicurezza energetica del Paese La Giunta Regionale della Lombardia ha approvato, su proposta dell'assessore all'Ambiente e clima, lo schema d ...
attività estrattive lombardia
Documento rappresenta sintesi tra necessità industria estrattiva e comunità locali È stato approvato dalla Giunta regionale, su proposta dell'
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima