cantiere lecco abbadia lariana

A partire da venerdì 19 febbraio, ogni fine settimana, dalle ore 14 del venerdì alle ore 9.30 del lunedì successivo la circolazione stradale proseguirà su entrambe le corsie lungo il tratto della SS 36 tra Lecco e Abbadia Lariana in corrispondenza del cantiere. Precisamente tra il km 56 e il Km 57. In quel tratto Anas ha previsto la sostituzione delle esistenti barriere di sicurezza spartitraffico tipo New-Jersey, con barriere in calcestruzzo armato di nuova generazione.

L’esecuzione del nuovo piano di posa su cui appoggiare le barriere spartitraffico, avverrà previa bonifica e pulizia delle opere idrauliche presenti per lo smaltimento delle acque meteoriche.

Riduzione carreggiata da 500 a 150 metri nel cantiere tra Lecco e Abbadia Lariana

L’iniziale esecuzione dei lavori aveva imposto, infatti, per la sicurezza delle maestranze in cantiere, una prima fase di restringimento continuativo della carreggiata sia in direzione Nord (Sondrio) che in direzione Sud (Milano). Oltre alla chiusura delle rispettive corsie di sorpasso. Terminata oggi la prima fase, i lavori proseguiranno con il restringimento della carreggiata Nord e Sud. Che verrà realizzata mediante la chiusura delle rispettive corsie di soprasso. Dal lunedì al venerdì fino al mese di maggio mentre, durante tutti i fine settimana, la circolazione stradale sarà possibile sulle due corsie per senso di marcia con larghezza ridotta. Questa parzializzazione, già a partire dalla prossima settimana, andrà diminuendo dagli attuali 500 metri sino a un massimo di 150 metri.

Assessore: dopo incontro con Anas, garantito migliore transito

“A seguito dell’incontro che io e l’assessore Terzi abbiamo avuto nei giorni scorsi con i responsabili, Anas garantirà un migliore smaltimento del traffico. Già dai prossimi giorni. L’obiettivo – ha spiegato l’assessore alla Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni, Massimo Sertori – è quello di ridurre al minimo i disagi. E anche i rallentamenti per gli automobilisti che percorrono il tratto stradale. Soprattutto nel weekend, quando si registra un forte aumento dei flussi di traffico, è apparsa la necessità di garantire il transito su entrambe le carreggiate”.

str