‘Caro bollette’ agro-alimentare e montagna, Regione: misura per le imprese

caro bollette agro-alimentare
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Sertori: è un'azione concreta contro i maggiori costi dell'energia Beduschi: Regione a fianco dell'agricoltura colpita da aumento bollette

Al via una nuova e concreta misura da parte di Regione Lombardia approvata dalla Giunta su proposta dell’assessore Massimo Sertori (Enti locali, Montagna, Risorse energetiche, Utilizzo risorsa idrica) di concerto con il collega Alessandro Beduschi (Agricoltura, Sovranità alimentare e Foreste) per sostenere le attività di trasformazione agro-alimentare nei territori montani della Lombardia e consentire loro di attenuare la crisi legata al ‘caro bollette’, ai rincari delle fonti energetiche.

Aiuti ad agro-alimentare della montagna della Lombardia su ‘caro bollette’

Massimo Sertori “Abbiamo approvato criteri e modalità di assegnazione dei contributi alle imprese agro-alimentari di montagna attive nella trasformazione – spiega l’assessore Massimo Sertori – per consentire loro di recuperare i costi sostenuti dal caro-energia”.

“A disposizione delle aziende lombarde – dice l’assessore Sertori – mettiamo una dotazione finanziaria di oltre 3,3 milioni di euro. Si tratta di risorse importanti. Tali fondi saranno ripartiti secondo il bando che sarà emanato dalla mia Direzione generale entro la fine di settembre 2023”.

Destinatari del provvedimento

Destinatarie del provvedimento regionale approvato dalla Giunta le imprese attive nella trasformazione agro-alimentare, in particolare nei settori lattiero caseario e ortofrutticolo. La loro unità locale oggetto di agevolazione deve risultare aperta entro il 1° luglio 2021 e ubicata in comune classificato come montano o parzialmente montano.

Vicinanza della Regione al comparto agro-alimentare

Alessandro Beduschi“Questa azione – commenta l’assessore Beduschi – dimostra ancora una volta la vicinanza di Regione Lombardia al comparto agro-alimentare. Un settore colpito dall’aumento dei costi energetici e delle materie prime. Incrementi di costi che si sommano ai danni dovuti a maltempo e siccità dei mesi scorsi. Dopo gli oltre 17 milioni di euro stanziati con la cosiddetta ‘misura Ucraina’, queste risorse andranno a ristorare le aziende con attività di trasformazione, in particolare nel settore lattiero caseario e ortofrutticolo, che sappiamo essere filiere fondamentali per l’agricoltura di montagna che tutti i giorni deve confrontarsi con il caro bollette”.

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

mostra treno reale
Raccontare, attraverso una serie di fotografie e documenti d’epoca, la storia del Treno Reale. il tutto in un percorso che parte dalla sua creazione, avvenuta alla fine dell’800, fino alla succ ...
attrice Rosalina Neri
“Ho conosciuto personalmente Rosalina Neri, artista capace di interpretare ruoli differenti nel cinema e nel teatro, sempre con uno stile particolare e assoluta professionalità. ...
ricerca applicata cura paziente
Un bando da 24 milioni per finanziare progetti di ricerca finalizzati a migliorare ulteriormente la cura del paziente, le conoscenze mediche e il sistema sanitario regionale. Si tratta dell’inizi ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima