Inaugurata Casa di Comunità di Olgiate Comasco. Turba: rafforza territorio

Casa Comunità Olgiate Comasco
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

È stata inaugurata nella sede di piazza Italia la Casa di Comunità di Olgiate Comasco (CO). Presenti Fabrizio Turba, sottosegretario alla presidenza di Regione con delega ai rapporti con il Consiglio regionale, Alessandro Fermi, presidente del Consiglio regionale e Giovanni Pavesi, direttore generale Welfare di Regione Lombardia. Ed ancora per la direzione strategica di Asst Lariana il direttore generale Fabio Banfi, il direttore sociosanitario Raffaella Ferrari, il direttore amministrativo Andrea Pellegrini. Presenti anche il sindaco di Olgiate Comasco, altri rappresentanti istituzionali e sanitari.

Turba: Casa punto riferimento area

“La Casa di Comunità di Olgiate Comasco – ha dichiarato il sottosegretario Fabrizio Turba – rappresenta per tutto il territorio dell’olgiatese un importante punto di riferimento estremamente qualificato e specializzato nell’erogazione dei servizi sanitari”.

“Un altro elemento della riforma sociosanitaria varata da Regione Lombardia trova attuazione sul territorio lariano, contribuendo a rafforzare la sanità territoriale. Un ringraziamento al Comune di Olgiate Comasco e all’ASST Lariana per la disponibilità e volontà nella realizzazione di questa importante struttura e a tutti i medici ed infermieri per il loro lavoro quotidiano al servizio di noi cittadini”

Banfi: struttura operativa

“Inauguriamo una struttura operativa non una scatola vuota – ha sottolineato il direttore generale di Asst Lariana, Fabio Banfi – caratterizzata in particolare dal Pua, il Punto unico di accesso, per orientare al meglio il cittadino rispetto ai suoi bisogni, dalla Cot, la Centrale operativa territoriale, che possiamo definire come il software dell’ecosistema territoriale, il centro digitale da cui transitano tutte le informazioni relative al paziente che per residenza afferisce al Distretto, abbiamo gli infermieri di famiglia e predisposto ambulatori per i medici di medicina generale/pediatri di libera scelta che volessero utilizzare questi spazi all’interno della Casa di Comunità”.

Pavesi: intercettare prima bisogno sanità

“Con le Case di Comunità e gli Ospedali di Comunità, Regione Lombardia ha avviato un percorso, si è partiti e si arriverà fino in fondo – ha dichiarato il direttore generale Welfare di Regione Lombardia, Giovanni Pavesi, che ha portato i saluti dell’assessore Guido Bertolaso, impossibilitato a partecipare per precedenti impegni – Questa nuova rete territoriale dovrà essere accompagnata da un percorso anche culturale, perché si dovrà far capire che l’ospedale non è l’unico percorso di cura. Il bisogno di sanità andrà intercettato prima, sul territorio e per questo avremo bisogno di una rete di medicina territoriale forte”.

Le associazioni coinvolte

Ringraziate, al termine dell’inaugurazione, tutte le associazioni che da tempo e a vario titolo collaborano con Asst Lariana nel Distretto di Olgiate Comasco. Si tratta del Circolo Fotografico Diaphos, Gruppo Alpini, Gruppo Protezione Civile, Auser ‘La nuova età. Ed ancora  Pubblica Assistenza SOS Olgiate Comasco, Pro Loco, ASD The Skorpions.

Da Pnrr 1,160 milioni per la Casa di Comunità di Olgiate Comasco

La sede della Casa di Comunità è la palazzina in piazza Italia. Oltre al primo piano, di proprietà di Asst Lariana, l’Amministrazione comunale ha ceduto in comodato gratuito per trent’anni il secondo e il terzo piano. I fondi stanziati dal Pnrr per la Cdc di Olgiate Comasco ammontano complessivamente a 1 milione e 160.000 euro.

Nei prossimi mesi nella sede di piazza Italia sarà collocata anche la Continuità Assistenziale (ex guardia medica), servizio cui si accede contattando il numero unico 116117 e attivo dal lunedì al venerdì dalle 20 alle 8 e il sabato e la domenica h24.

Servizi presenti

Questi i principali servizi: Punto Unico di accesso (Pua), ambulatorio degli infermieri di famiglia, servizi di specialistica ambulatoriale (allergologia, cardiologia, chirurgia generale, dermatologia, diabetologia, neurologia, oculistica, odontoiatria, otorinolaringoiatria, urologia e geriatria), servizi di diagnostica ambulatoriale (ecocardiogramma, ecocolordoppler cardiaco, radiologia scheletrica, ecografie urologiche, uroflussometria), integrazione con i servizi sociali, sportelli ADI/Welfare, uffici Scelta e Revoca MMG/PLS, Punto Prelievi, Consultorio familiare, Centro Vaccinale, ambulatori di Neuropsichiatria infantile.

I numeri della Casa di Comunità di Olgiate Comasco

Complessivamente sono 11 gli infermieri di famiglia assunti per Distretto di Olgiate e che operano nell’ambito della Cot, degli ambulatori e degli interventi a domicilio; 110 i pazienti  già presi in carico (tra pazienti cronici, pazienti dimessi dall’ospedale, pazienti segnalati dagli Mmg/Pls); 78 visite eseguite in ambulatorio e 252 a domicilio. Il coordinatore è il dottor Giulio Ferrari.

 

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

milano nuovo policlinico
"Il nuovo Ospedale Policlinico è un'opera moderna, all'avanguardia e fondamentale per Milano e per i milanesi, che verrà realizzata anche grazie all'importante contributo economico di 30 milioni ...
aids giornata mondiale lombardia
“Giornate come questa sono fondamentali per mantenere alta l’attenzione su un’emergenza di salute globale sulla quale l’informazione, la prevenzione e lo < ...
Inaugurazione ospedale Comunità San Giovanni Bianco
Inaugurato l'Ospedale di Comunità di San Giovanni Bianco, il primo in provincia di Bergamo. I primi dieci posti letto entreranno in funzione dal 12 dicembre. Ulteriori 10 posti letto verran ...
bertolaso ats milano
L'assessore oggi alla presentazione del progetto di Ats Città metropolitana di Milano 'Ciao Milano, dimmi come stai!' "Avere la fotografia della situazione dello stato di salute delle per ...
disturbi nutrizione alimentazione
Via libera alla fase attuativa del 'Piano biennale regionale di attività per il contrasto dei Disturbi della Nutrizione e dell'Alimentazione'. Lo prevede una delibera approvata dalla Giunta di Reg ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima