Case popolari, 7,5 milioni per 13 interventi di ristrutturazione energetica

case popolari ristrutturazione energetica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Cattaneo e Bolognini: interessate province di Bergamo, Brescia, Mantova, Monza Brianza, Pavia, Sondrio e Varese

Case popolari, la Giunta di Regione Lombardia ha approvato 13 interventi di ristrutturazione energetica nelle province di Bergamo, Brescia, Mantova, Monza Brianza, Pavia, Sondrio e Varese. Ammontano nel complesso a 7.422.867 euro, a fondo perduto. La proposta è stata presentata dall’assessore ad Ambiente e Clima Raffaele Cattaneo, di concerto con l’assessore a Politiche Sociali, abitative e Disabilità Stefano Bolognini.

Innovazione energetica per gli stabili di 4 Aler e 1 Comune

Le risorse infatti sono destinate a ristrutturare dal punto di vista energetico Servizi abitativi pubblici (Sap). Si tratta di stabili già esistenti e di proprietà delle Aler di Brescia-Cremona-Mantova, Pavia-Lodi, Varese-Como-Monza Brianza-Busto Arsizio, Bergamo-Lecco e Sondrio. Oltre che del comune di Gallarate.

Ristrutturazione energetica nelle case popolari

“Sostenibilità ed efficientamento energetico – dice Cattaneo – in effetti sono priorità di questa Amministrazione. La lotta al cambiamento climatico deve veramente partire dal basso, dai territori e da modelli di sviluppo improntati all’economia circolare e sostenibile. I 13 interventi di ristrutturazione energetica nelle case popolari fanno parte complessivamente di un gruppo di progetti, ammissibili e non ancora finanziati col precedente bando a graduatoria, che è stato deliberato il 21 ottobre 2019”.

37 interventi per un totale di 22,5 milioni

“È un’iniziativa – aggiunge l’assessore – che ha un valore complessivo di 15 milioni euro. Nonché a questi si aggiungono i 7,5 milioni attuali. Che raggiungono dunque un totale di circa 22,5 milioni a fondo perduto. Per i 24 immobili finanziati in precedenza, inoltre, su tutto il territorio regionale con misure 2020 del bando Por-Fesr, sono già in corso le gare di affidamento”.

Sforzo molto importante per risanare e riqualificare

“Come è evidente – spiega Bolognini – dal susseguirsi di tutte queste iniziative e dalle cifre stanziate, Regione Lombardia è indubbio che sta sostenendo uno sforzo molto importante. Perché ci crede davvero e per non parlare che vuole trasformare in meglio questo prezioso patrimonio che è di tutti”.

“Un impegno – precisa l’assessore – che va allo stesso modo nella direzione di rendere più abitabili, meglio fruibili e più ecologici gli edifici e gli stabili Aler, che hanno bisogno di un restyling, più o meno profondo. Ciò al fine di restituire vivibilità ai quartieri. Nonché contribuire, con le altre iniziative tipo sociale, sanitario e di sicurezza che abbiamo in atto, a migliorarne la vita”.

case popolari ristrutturazione energetica

Modifiche strutturali, profonde e onerose di ristrutturazione energetica nelle case popolari

I progetti ammessi di ristrutturazione energetica delle case popolari prevedono modifiche profonde, che interessano l’involucro dell’edificio. Per esempio la coibentazione delle pareti e della copertura, ma anche la sostituzione dei serramenti.

“Sono lo opere più onerose – precisa Cattaneo – di riqualificazione generale, con tempi di ritorno d’investimento lunghi e difficilmente sostenibili dai privati. Però guardano all’ambiente e migliorano non solo la qualità dell’edificio ma anche le emissioni in atmosfera. La sostituzione o l’efficientamento dei generatori di calore per riscaldamento e acqua calda ne sono l’esempio”.

Risparmio energetico di 6,4 gigawattora/anno

“L’energia più verde – prosegue l’assessore ad Ambiente e Clima – è quella infatti che non viene consumata. Tali interventi consentiranno un risparmio energetico che, in termini di riduzione del fabbisogno di energia, è pari a circa 6,4 gigawattora all’anno”.

Tempi di realizzazione coerenti con la legge 9/2020

Questi progetti a livello definitivo/esecutivo sono stati presentati dalle Aler e dal Comune di Gallarate. Hanno la caratteristica di garantire tempi di realizzazione coerenti con la finalità e la programmazione delle risorse stanziate dalla l.r. 9/2020, meglio nota come ‘Interventi per la ripresa economica’. Quali sono queste caratteristiche? Una progettazione esecutiva e gare di affidamento dei lavori entro il 2021. Realizzazione delle opere e dei collaudi entro il 2022 e la rendicontazione finale nel 2023.

case popolari ristrutturazione energetica

‘Interventi per la ripresa economica’, una legge per ripartire

“I 13 progetti garantiscono tempi di realizzazione – afferma l’assessore alle Politiche sociali, abitative e Disabilità – coerenti con la finalità e la programmazione delle risorse stanziate dalla l.r. 9/2020. Una normativa che sta diventando un volano formidabile di crescita e di ripartenza economica e sociale per tutta la regione. Per di più hanno caratteristiche tecniche ed economiche coerenti con i programmi regionale e nazionale”.

“Si aggiungono – conclude Bolognini – agli studi che abbiamo già approvato in alcuni comune. Milano, Rho, Pieve Emanuele, Carugate, Treviglio, Broni, Cremona e Desenzano del Garda. Per citarne alcuni”.

I 13 interventi di ristrutturazione energetica nelle case popolari finanziati nelle 4 Aler e nel Comune di Gallarate

Ecco la suddivisione degli interventi nelle quattro Aler di: Brescia-Cremona-Mantova, Pavia-Lodi, Varese-Como-Monza Brianza-Busto Arsizio, Bergamo-Lecco e Sondrio; e per il comune di Gallarate:

Brescia-Cremona-Mantova (Aler)
  • via De Gasperi 15, Palazzolo sull’Oglio (BS): 370.154 euro;
  • via Don Ferrari 16/18, Iseo, loc. Clusane (BS): 707.998 euro;
  • via Bellonci 2/4 e 6/8, Mantova:540.633 euro e 525.003 euro.
Pavia-Lodi (Aler)
  • via Scala 20, Pavia: 441.537 euro;
  • via Scala 26, Pavia: 447.094 euro.
Varese, Como, Monza Brianza e Busto Arsizio (Aler)
  • via Montello 94 e 96, Varese: 359.127 euro e 359.127 euro;
  • via Galbussera 10 e 12, Vimercate (MB): 624.136 euro.
Bergamo, Lecco e Sondrio (Aler)
  • via Colombo 9, Ponte S. Pietro (BG): 1.685.336 euro;
  • via 1° Maggio 6, Tirano (SO): 467.102 euro.
Comune di Gallarate (VA)
  • via Curtatone 48: 447.809 euro;
  • via Curtatone 46: 447.809 euro.

Gli interventi di ristrutturazione energetica nelle case popolari divisi nelle sette province

Ecco la suddivisione interventi per le province di Bergamo, Brescia, Mantova, Monza Brianza, Pavia, Sondrio e Varese:

Bergamo: via Colombo 9, Ponte S. Pietro, 1.685.336 euro (Aler Bergamo, Lecco e Sondrio).

Brescia: via De Gasperi 15, Palazzolo sull’Oglio, 370.154 euro (Aler Brescia-Cremona-Mantova); via Don Ferrari 16/18, Iseo, loc. Clusane, 707.998 euro (Aler Brescia-Cremona-Mantova).

Mantova: via Bellonci 6/8, Mantova, 525.003 euro (Aler Brescia-Cremona-Mantova); via Bellonci 2/4, Mantova, 540.633 euro (Aler Brescia-Cremona-Mantova).

Monza Brianza: via Galbussera 10 e 12, Vimercate, 624.136 euro (Aler Varese, Como, Monza B. e Busto Arsizio).

Pavia: via Scala 20, Pavia, 441.537 euro (Aler Pavia-Lodi); via Scala 26, Pavia, 447.094 euro (Aler Pavia-Lodi).

Sondrio: via 1° Maggio 6, Tirano, 467.102 euro (Aler Bergamo, Lecco e Sondrio).

Varese: via Montello 94 e 96, Varese, 359.127 euro e 359.127 euro (Aler Varese, Como, Monza B. e Busto Arsizio); via Curtatone 46 e 48, Gallarate, 447.809 euro e 447.809 euro  (Comune di Gallarate).

Prossime tappe e termini per le agevolazioni

Le fasi e le scadenze per la realizzazione degli interventi, per consentire il mantenimento delle agevolazioni a chi ne ha fatto richiesta sono: pubblicazione della gara d’appalto per i lavori: termine ultimo 31 maggio 2021, a pena di esclusione o revoca dell’agevolazione; avvio dei lavori e presentazione del contratto: termine ultimo 31 dicembre 2021, a pena di esclusione o revoca dell’agevolazione; collaudo delle opere di efficientamento energetico: termine ultimo 31 dicembre 2022; presentazione rendicontazione finale: termine ultimo, entro 120 giorni dall’avvenuto positivo collaudo delle opere di efficientamento energetico.

ama

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Giornata degli alberi
"La presenza degli alberi nei nostri territori è fondamentale per mitigare le emissioni di gas climalteranti e per svolgere azioni di adattamento ai cambiamenti climatici”. Lo ha detto l ...
variante ferroviaria Cascina Polaresco
Ulteriore passo avanti dell'iter per la realizzazione del raddoppio sulla linea ferroviaria Ponte San Pietro-Bergamo, in particolare della variante in prossimità ...
impianto riciclo plastica Mantova
Rendere ancora più efficiente il riciclo della plastica affiancando ai processi meccanici anche quelle chimici: è ...
Bosco di Vanzago
Regione Lombardia continua negli investimenti, questa volta collaborando con il Bosco di Vanzago, volti a contrastare la perdita di
bicocca ambiente
Uno stanziamento di oltre 350.000 euro promosso dall'assessorato all'Ambiente affinché anche l'università Bicocca di Milano possa realizzare il progetto che ha come obiettivo la ...
lago varese balneabile e
Il lago di Varese è balneabile nella sua interezza e nell’estate 2023 saranno attivi altri punti di balneazione (oltre a Varese
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima