Ambiente, per cementifici lombardi svolta ‘green’, approvati nuovi indirizzi

Cementifici lombardi svolta green - ridotta
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Cattaneo: semplificati e uniformati gli interventi

Ambiente, per cementifici lombardi svolta ‘green’, approvati i nuovi indirizzi per Arpa Lombardia e le autorità provinciali lombarde competenti in materia di Autorizzazione integrata ambientale (Aia). Il combustibile solido secondario sostituirà pet coke e rifiuti. Lo ha deliberato la Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo. Si tratta di criteri che semplificano e uniformano gli interventi nei sei impianti di produzione cemento lombardi soggetti ad Aia e che introducono l’uso del combustibile solido secondario (Css) in sostituzione di prodotti come pet coke e rifiuti.

Modifica non sostanziale, immutata la capacità produttiva

Il Css è un materiale combustibile ottenuto dalla componente secca dei rifiuti non pericolosi, sia urbani sia speciali. Come plastica, carta e fibre tessili. Ciò avviene tramite trattamenti di separazione da altri materiali non combustibili, come sono invece il vetro, gli inerti e i metalli.

L’intervento si configura, dunque, come ‘modifica non sostanziale’, ferma restando la capacità produttiva già autorizzata per gli impianti stessi.

Svolta green, ottemperato anche odg Consiglio regionale

“La svolta green dei cementifici lombardi ha come finalità – spiega Raffaele Cattaneo – quella di fornire indirizzi tecnico-operativi alle Autorità competenti per favorire una svolta green. Ciò può avvenire con l’utilizzo del ‘Css combustibile’ nei cementifici lombardi e l’attuazione in maniera efficace dei principi dell’economia circolare. Un obiettivo che ci siamo prefissi anche in ottemperanza dell’ordine del giorno del Consiglio regionale lombardo del settembre scorso”.

Semplificazione in linea con indirizzi assessorato

“Il presente atto – conclude l’assessore all’Ambiente e Clima, Raffaele Cattaneo – semplifica i procedimenti autorizzativi, sviluppa i sistemi informatici e razionalizza le attività di controllo. Così facendo puntiamo a migliorare le prestazioni degli impianti. Ma anche la qualità degli interventi e delle trasformazioni territoriali, secondo gli indirizzi dell’Assessorato in materia di ambiente e di miglioramento della qualità dell’aria”.

ama

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

maione bruxelles lombardia green deal
“I risultati delle elezioni europee sono chiari: servono meno ideologia e più pragmatismo per raggiungere gli obiettivi del green deal. I cittadini sono consapevoli della necessità di alzare l' ...
vizzolo predabissi ex discarica
La Regione Lombardia ha stanziato, su iniziativa dell’assessore all’Ambiente e Clima,
qualità aria maione
Una serie di bandi da 54 milioni di euro, un tavolo di consultazione scientifica con esperti del settore e l'adeguamento normativo. La Regione Lombardia
discarica maleo sicurezza
La Regione Lombardia ha stanziato 985.000 euro per il completamento della messa in sicurezza della ex discari ...
impianti riscaldamento inquinanti
Migliorare la qualità dell’aria e ridurre le emissioni investendo 23 milioni di euro per la sostituzione di impianti di riscaldamento obsoleti con impianti innovativi. È quanto prevede la delib ...
cambiamenti climatici bando
Entro la fine del 2024 la Regione Lombardia aprirà un bando da 10 milioni di euro rivolto ai Comuni per incrementare la capacità di ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima