prodotti italiani

L’assessore: il sequestro di una tonnellata di cibo estero a Como ne è conferma

 “Anche durante le festività natalizie è importante consumare italiano. La Lombardia per esempio ha un patrimonio agroalimentare indescrivibile. La Regione continuerà a lavorare per valorizzare prodotti di alta qualità che rappresentano il nostro territorio e contribuiscono al mantenimento della nostra tradizione contadina e alimentare. È necessario che i cittadini lombardi siano i primi consumatori e ambasciatori nel mondo dell’alta qualità della nostra cucina. Il panettone per esempio è il re del Natale, uno dei principali prodotti agricoli tradizionali della Lombardia”. Lo ha detto Fabio Rolfi, assessore all’ Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia

 

Filiera corta sinonimo di garanzia per consumatori

“L’operazione  in provincia di Como – ha aggiunto Rolfi – testimonia come consumare prodotti italiani, di filiera corta, sia sinonimo di sicurezza alimentare oltre che di tutela ambientale del territorio”.

La Guardia di Finanza di Olgiate Comasco (Como)  ha  sequestrato più di una tonnellata di alimenti di provenienza estera privi di etichettatura in lingua italiana. 

Prodotti italiani i più sicuri

“Esprimo i miei  complimenti alla Guardia di Finanza per il risultato ottenuto. La battaglia per il 2020  – ha concluso l’assessore regionale – sarà quella legata all’ etichettatura d’origine per tutti i prodotti. Vogliamo tutelare i consumatori e i produttori. Diventa fondamentale distinguere i prodotti per garantire a chi acquista la massima trasparenza. L’etichettatura d’origine permette una scelta consapevole anche per tutelare la salute dei cittadini: i prodotti agroalimentari italiani sono i più sicuri e controllati al mondo e questo deve rappresentare un valore aggiunto anche a livello di promozione” . 

 

ram

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0