Barriere architettoniche, bando Regione per eliminarle in edifici pubblici

contributo barriere architettoniche lombardia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

A disposizione 3 milioni di euro, contributo a fondo perduto

Da mercoledì 18 maggio, il bando della Lombardia per finanziare con un contributo progetti per il superamento di ostacoli, criticità e barriere architettoniche negli edifici o strutture aperte al pubblico di proprietà o in gestione comunale. A disposizione ci sono 3 milioni di euro. Il contributo regionale è a fondo perduto fino al 90% della spesa ammissibile. Quindi con una quota di cofinanziamento minimo del 10% dell’importo complessivo delle spese ammissibili. Da un minimo di 20.000 euro a un massimo di 50.000.

Contributo barriere architettoniche Lombardia e PEBA

“Il provvedimento – ha spiegato l’assessore regionale a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità – segue l’approvazione, avvenuta nei mesi scorsi da parte di Regione Lombardia -, delle linee guida per la redazione dei PEBA, i Piani per l’eliminazione delle barriere architettoniche per i Comuni. In particolare per quelli fino a 5.000 abitanti e quindi dotati di minori strumenti a loro disposizione. La finalità è infatti quella di incentivare l’accessibilità universale e l’inclusione sociale nei nostri Comuni. E lo vogliamo fare partendo dall’abbattimento delle barriere architettoniche fino ad arrivare anche ad altri settori”.

I progetti ammissibili

Potranno essere ammessi a beneficiare del contributo regionale, a titolo di cofinanziamento, i progetti che riguardano la realizzazione, ristrutturazione, riqualificazione o l’adeguamento funzionale di immobili o parti di immobili. Ammissibili anche l’acquisto e la messa in opera di impianti e attrezzature idonee a favorire l’accessibilità e la fruibilità degli edifici o delle strutture. Finanziabili anche l’acquisto di beni durevoli quali arredi o attrezzature accessibili per disabili.

Chi può partecipare

Possono partecipare Comuni e Unioni di Comuni fino a un massimo di 5.000 abitanti. In caso di Unione dei Comuni i 5.000 abitanti sono da intendersi come somma degli abitanti di ciascun Comune che compone l’Unione.

I tempi per la domanda

La domanda e la relativa documentazione potrà essere presentata attraverso la piattaforma Bandi online di Regione Lombardia dal 18 maggio alle ore 10 al 17 giugno alle ore 15.

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

voucher sociosanitario
La Giunta di Regione Lombardia, su proposta dell'Assessorato a Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di concerto con la Direzione Generale Welfare, ha approvato la prorog ...
insufficienza cronica benigna
Assessore Locatelli all'ospedale di Bergamo per la presentazione di un libro dedicato L'assessore alla Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità di
ocse valutazione disabilità lombardia
Assessore Locatelli incontra delegazione Ocse Nuova valutazione della disabilità con un progetto condotto dall'Ocse illustrata a Palazzo Lombardia lunedì 27 e martedì 28 giugno.
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima