coronavirus cts lombardia

Si monitora situazione partendo da contenuto Dpcm

“Il confronto sul Coronavirus tra i rappresentanti istituzionali della Regione e il Comitato Tecnico Scientifico della Lombardia si conferma sempre utile, proficuo e interessante”. Lo ha detto l’assessore al Welfare, Giulio Gallera, al termine della riunione di martedì 13 ottobre con il CTS della Regione Lombardia.

Riflessioni a partire da ultimo Dpcm

“Le nostre riflessioni – ha aggiunto – non possono non tenere conto del Dpcm del 13 ottobre del Governo di del 13 ottobre che, in materia strettamente sanitaria, recepisce alcune delle indicazioni che come Regione Lombardia avevamo proposto. L’orientamento in questa prima fase, dunque, è quello di attuare le indicazioni contenute nello stesso. Verificarne l’efficacia e ragionare poi – in base allo sviluppo della curva epidemiologica – su eventuali provvedimenti restrittivi. Qualora ve ne fosse necessità”.

Giudizio positivo sulle linee elaborate

Nel corso della riunione sul Coronavirus, il Comitato Tecnico Scientifico della Lombardia ha analizzato ed espresso un giudizio positivo sulle linee elaborate dallo specifico ‘Gruppo di Lavoro’ finalizzate alla formulazione di indicazioni operative per l’identificazione e la gestione clinico-diagnostica dei casi di sospetta infezione Covid-19 in età evolutiva (dall’infanzia all’adolescenza), anche in applicazione delle attuali normative nazionali che restituiscono due distinti scenari di manifestazione sintomatica: ambito educativo/scolastico e ambito domestico.

Percorso con comunità educativa e scolastica

Nel caso di allontanamento dalla comunità educativa/scolastica, il percorso indicato dalla circolare regionale prevede che la famiglia prenda contatto con il pediatra di libera scelta (PLS) /medico di medicina generale (MMG) di riferimento. Questo per concordare l’iter successivo. Qualora si dovesse rendere necessario un intervento diagnostico esteso all’interno della scuola (es. a seguito di un cluster) le Ats individueranno le modalità operative più idonee per la sua effettuazione compreso l’ambito scolastico.

 

gal