covid lombardia zona rossa

 

Nota di Aria spa: differenti anche i periodi in questione, stato guarigione sempre corretto

“Il problema tecnico al ‘Cruscotto’, messo a disposizione dei sindaci, non ha inciso in alcun modo sulla classificazione della zona rossa. I dati che l’ISS utilizza per effettuare le valutazioni provengono da un altro caricamento. Le due questioni non sono assolutamente collegate”.

Lo precisa in una Nota Aria Spa.

“Le piattaforme di trasmissione ai Sindaci e a Roma – prosegue la Nota – sono differenti, così come sono diversi i periodi. La settimana di valutazione per determinare la zona si riferisce al 4-10 gennaio 2021 con Rt calcolato al 30 dicembre 2020, mentre il guasto al cruscotto è avvenuto nei giorni 14/15 gennaio, ed era nuovamente operativo, dopo la sistemazione, già da lunedì 18 gennaio 2021”.

“Si precisa, inoltre – conclude la Nota – che il guasto al cruscotto riguardava solo la visualizzazione sintetica, mentre lo stato di guarigione nel dettaglio di ogni singolo cittadino è sempre stato corretto”.

red