Agricoltura, Rolfi: via libera a deroga per siero di latte nel biogas. Nemmeno 1 litro deve essere buttato

deroga siero latte
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

500 tonnellate al giorno per produrre latte in polvere

Coronavirus sta mettendo in difficoltà il settore

La Regione Lombardia ha approvato un decreto che consentirà, con una deroga, con una semplice comunicazione all’Ats competente di destinare il siero di latte, tale e quale o concentrato, presso gli impianti di biogas.

Gli impianti in Lombardia

In Lombardia risultano in esercizio più di 400 impianti di biogas agricoli sui 1400 presenti a livello nazionale.

Attori della filiera

Un provvedimento sollecitato dagli attori della filiera in quanto i caseifici, a causa della riduzione del ritiro del siero da parte delle imprese che lo trasformano, si trovano a dover gestire un sottoprodotto. Senza sapere dove collocarlo.

Provvedimento rapido

Il documento è stato emanato in tempi strettissimi per affrontare un problema riguardante molte aziende della trasformazione lattiero casearia.

Emergenza coronavirus

“L’emergenza coronavirus – ha sostenuto Fabio Rolfi, assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione e Sistemi verdi – ha fatto registrare una drastica riduzione degli ordini di prodotti lattiero caseari da parte del sistema della ristorazione. Serviva un provvedimento straordinario”.

Opportunità contro la crisi

“La rete di biogas – ha aggiunto – presente in Lombardia, oltre a essere un esempio riuscito di sostenibilità ambientale applicata all’agricoltura, può rappresentare una grande opportunità. In particolare in caso di crisi come quella che viviamo”.

Utilizzo del siero

“Grazie a questa agevolazione, che consente un maggior uso di siero per produrre energia elettrica da fonti rinnovabili, aumenta – ha proseguito Rolfi – in modo significativo la produzione di latte in polvere a uso zootecnico”. “Con almeno 500 tonnellate al giorno di latte – ha spiegato – inviate a questa destinazione”.

Quantitativo importante

“Un quantitativo importante – ha sttolineato l’assessore – in grado, insieme ad altre iniziative in corso, di evitare di buttare latte in eccesso in questo contesto di contrazione dei consumi”.

Non buttare nemmeno 1 litro di latte

“Neppure un litro di latte – ha concluso l’assessore Rolfi – deve essere buttato e i contratti devono essere rispettati. Lavoriamo cercando varie soluzioni per raggiungere e garantire ogni giorno questi obiettivi in questo difficile momento”.

gus

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

vini new york
Regione Lombardia e i suoi vini sono protagonisti dell'evento 'Tre bicch ...
fondo eccellenze lombardia
"Il Fondo per le eccellenze lanciato  dal Governo è un'ottima soluzione per promuovere e sostenere la storia e la qualità del nostro patrimonio agroalimentare. Rappresenta una grande occasione d ...
fiera cremona 2023
"L'eccellenza raggiunta dall'agricoltura lombarda è certificata da questa fiera che rappresenta il massimo della visione che questo settore ha del lavoro e dell'etica del lavoro. Qui si vede la vo ...
peste suina nel pavese
La Commissione europea ha ufficializzato un allentamento delle restrizioni che interessavano 172 Comuni della provincia di Pavia in seguito ai focolai di PSA-Peste ...
bando frantoi
Aprirà lunedì 6 novembre il bando regionale dedicato all'ammodernamento dei frantoi oleari< ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima