disabili, più contributi da Regione Lombardia

Nuovi interventi mirati e per tutti i disabili minori il buono aumentato da 600 a 900 euro

Otto milioni aggiuntivi per innalzare l’assegno a favore dei disabili minorenni da 600 a 900 euro e per apportare alcune migliorie alle misure attuali. Questo, per sommi capi, il contenuto di un provvedimento approvato da Regione Lombardia. Nel commentarlo, l’assessore della Regione Lombardia alle Politiche sociali, abitative e Disabilità ha sottolineato: “Questa Giunta ha assunto, fin dall’insediamento, un importante impegno nei confronti dei disabili e delle loro famiglie. Un impegno che siamo pronti a confermare per tutta la durata del mandato, ponendo sempre di più attenzione per supportare i più fragili. È il caso, per esempio, di quest’ultimo provvedimento approvato. Una misura che aiuta concretamente le persone e i minori con disabilità gravissime”.

Migliorie, affinamenti e 8 milioni di euro in più

Al riguardo, l’assessore regionale sottolinea: “Si tratta di novità studiate per incontrare con maggior efficacia le richieste e le necessità dei beneficiari delle misure. Grazie a circa 8 milioni di euro di risorse aggiuntive abbiamo potuto potenziare il nostro raggio di intervento. Anche per il mese di agosto, poi, proseguiremo riconoscendo il buono mensile dal primo giorno del mese successivo alla valutazione della domanda da parte dell’ASST, anziché dal primo giorno del mese successivo al trimestre”.

Contributi più alti a favore dei disabili e delle loro famiglie

Entrando nel merito delle novità, l’assessore chiarisce: “Andremo, innanzi tutto, ad aumentare il buono mensile da 600 a 900 euro anche a quei minori disabili gravissimi che frequentano un servizio di infanzia, scolastico o semiresidenziale sanitario, sociosanitario o sociale per un totale complessivo inferiore alle 14 ore settimanali. Il buono da 900 euro verrà così erogato per ogni bambino o ragazzo che segue un percorso scolastico o usufruisce di servizi diurni per tutti i mesi compresi tra marzo e agosto”.

Aumentato anche il sostegno per l’assistenza

“Inoltre, verrà anche aumentato – prosegue l’assessore regionale – il contributo mensile per sostenere, a titolo di rimborso, le spese del personale di assistenza regolarmente impiegato. Mi riferisco, per esempio, a badanti e assistenti familiari. Chi ha alle dipendenze personale a tempo pieno riceverà 500 euro, a prescindere dalla convivenza o meno. Il contributo per il personale part-time, con attività di almeno 25 ore la settimana, aumenterà da 300 a 400 euro. Per chi impiega un assistente per meno di 25 ore la settimana il tetto massimo del contributo erogabile salirà da 200 a 300 euro. Questo a fronte di una spesa di almeno tale importo”.

Proficui momenti di confronto

“Ci tengo a sottolineare – ha concluso l’assessore regionale con delega alle Politiche sociali, abitative e Disabilità – come questi interventi migliorativi siano scaturiti da proficui momenti di confronto con le associazioni maggiormente rappresentative del mondo della disabilità. Le voglio ringraziare pubblicamente per gli stimoli che hanno apportato in sede regionale. E per la volontà di dialogo costruttivo che hanno mostrato in più occasioni. Anche alla luce di queste considerazioni, quindi, mi sento di poter affermare con soddisfazione che queste misure rappresentano un ulteriore passo significativo per rispondere alle necessità e ai bisogni delle persone con disabilità e a quelli delle loro
famiglie”.

dbc