Giorello, Fontana e Galli: con libero pensiero ha illuminato la cultura

Giulio Giorello
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

“La morte del professor Giulio Giorello è una perdita per tutti. Milanese di nascita, ha insegnato in diverse prestigiose Università italiane e, recentemente, è stato docente di Filosofia della scienza presso l’Università degli Studi di Milano. Il suo pensiero sulla libertà e democrazia ha caratterizzato anche la mia formazione di politico, ebbi modo di incontrarlo più volte, ricordo in particolare nel 2009 durante il festival ‘Storie di Scienza’ che si tenne a Varese, quando all’epoca ero sindaco”. Così il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana, ricorda sulla sua pagina Facebook l’epistemologo Giulio Giorello, venuto a mancare nella serata di lunedì 15 giugno.

Confronto a Varese

“Mi confrontai da giurista con la sua definizione della democrazia – prosegue Fontana – ossia di quel modello ‘sempre in conflitto fra diverse visioni del bene e dalla ricchezza di una coscienza che in tanto è libera in quanto è sempre capace di emanciparsi dalla presa di apparati coercitivi di diverso segno e natura’”.

“Alla sua famiglia e ai suoi cari – conclude il presidente Fontana – esprimo le mie condoglianze, quelle della Giunta e di tutti i lombardi”.

La figura dell’intellettuale milanese è ricordata anche dall’assessore regionale all’Autonomia e alla Cultura, Stefano Bruno Galli: “In cauda venenum. La coda finale del maledetto coronavirus ci ha portato via anche Giulio Giorello. Un intellettuale che con il suo libero pensiero ha illuminato la cultura italiana, la cultura lombarda e la sua Milano”.

Non solo filosofo e studioso

“Definirlo solo filosofo o studioso – continua l’assessore Galli – mi sembra irrispettoso per una mente libera e curiosa, fuori dagli schemi, che ci ha raccontato la scienza e la sua filosofia, del corpo e dello spirito, passando dalla psicologia all’antropologia. Ci ha raccontato la religione e la laicità analizzando il nostro presente e il nostro essere”.

Geniale collega accademico

“Mi piace ricordare Giorello, geniale e originale collega accademico, intellettuale di razza – dice ancora il titolare della delega alla Cultura in Giunta regionale – anche per il coraggio con cui ha affrontato a viso aperto il virus, con la voglia di guardare avanti, a 75 anni, per intravvedere il futuro, come faceva sempre. Una preghiera per Giulio e condoglianze a sua moglie, sposata appena tre giorni fa”.

ben

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Regione promuove bando relativo all'economia circolare e destinato alle imprese
Economia circolare: Regione Lombardia stanzia 4.035.000 euro attraverso un bando a sostegno delle imprese. Su proposta del ...
coronavirus casi Lombardia
Ti interessa l'aggiornamento quotidiano della vaccinazioni? Clicca
vaccinazione-covid-lombardia
Vaccinazioni anti-Covid, i dati di lunedì 23 maggio. Somministrate 24.016.354 dosi
Morte presidente Arrigoni
"Esprimo il cordoglio e la vicinanza della Giunta regionale e dell'intera Lombardia per la morte del
ampliamento parco colli bergamo
Assessore Sistemi verdi: verso maggiore tutela del territorio Approvata delibera in Giunta, ora passaggio in Consiglio La
scuola in ospedale alunni ricoverati
Tutelare il diritto all'istruzione degli alunni ricoverati nelle strutture ospedaliere attraverso il servizio di 'Scuola in Ospedale' e il servizio di 'Istruzione domiciliare'. È quanto prevede il ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima