De Corato: a Milano i dati peggiori per legalità e sicurezza

De Corato legalità e sicurezza
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

“I dati diffusi da Confcommercio confermano quanto diciamo da tempo: a Milano c’è un problema sicurezza”. L’assessore regionale alla Sicurezza, Immigrazione e Polizia locale, Riccardo De Corato, commenta così l’indagine 2019 ‘Insieme per la sicurezza e la legalità’ promossa da Confcommercio Milano, Lodi, Monza e Brianza, che ha sottoposto un questionario anonimo 1.157 imprese.

De Corato legalità e sicurezza

Aumentano intimidazioni a Milano

“Mentre le minacce e le intimidazioni a carico delle imprese del terziario – aggiunge l’assessore – diminuiscono nei Comuni dell’area metropolitana e di Monza e Brianza (passando dal 11,9% al 9,7%), a Milano aumentano dall’11,2% all’11,7%. E inoltre crescono i furti negli esercizi commerciali (dal 13,9% al 22,8%), gli atti di vandalismo (dal 9% al 13,8%) e di intimidazione (2,9%)”.

Ministro invii centinaia di agenti

“Non mi stupisce sapere che gli intervistati – prosegue l’assessore De Corato – ritengano che tra i fenomeni che favoriscono la criminalità ci siano la necessità di una maggiore presenza delle forze dell’ordine (47,1%). Continuerò a chiedere che il ministro dell’Interno Lamorgese invii anche qui 550 agenti così come ha fatto a Roma, perché ormai la situazione è preoccupante. A Milano e provincia si registra una media di 7.237 denunce ogni 100 mila abitanti e la città è in testa alla classifica ISTAT per maggior numero di reati, per il terzo anno consecutivo”.

Maggioranza reati commessa da stranieri

“La ricerca riporta – conclude De Corato – che la nazionalità di chi minaccia o intimidisce è italiana per il 47,1% delle vittime. Deduco che sia straniera per il restante 52,9%. Nemmeno questo dato mi stupisce: da tempo sostengo che a Milano le politiche delle porte aperte abbiano portato a un peso eccessivo e insostenibile della popolazione extracomunitaria: in città sono presenti ben 48.900 clandestini e 262.521 stranieri regolari, secondo il rapporto di Orim e PoliS. Accanto alla carenza delle Forze dell’ordine e alle pene poco severe (61,7%), non credo sia un caso che per il 40,4% degli intervistati le cause dell’illegalità siano da attribuire all’immigrazione clandestina”.

mac

 

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

como protocollo contrasto usura
Firmato, venerdì 29 luglio, nella sede della Provincia di Como, Villa Gallia, il Protocollo d'intesa per la prevenzione e il contrasto del fenomeno dell'u ...
lombardia sicurezza integrata
Sicurezza integrata, accordo tra Regione, Ministero dell'Interno e Anci Lombardia Approvato lo schema per il rinnovo dell'accordo tra Ministero dell'Interno, Regione e Anci Lombard ...
parco delle groane
"Ringrazio gli agenti della Polizia provinciale per aver fermato l'ennesimo spacciatore attivo in un parco del territorio Lombardo". Questo il commento dell'assessore regionale alla Sicurezza, Immi ...
Nerviano sventato traffico rifiuti
L'assessore: efficace l'azione di droni e nuclei tutela ambientale In riferimento a un'attività organizzata a Nerviano (Mi) per il traffico illecito di rifiuti, su ordine del Gip di Milan ...
taxi abusivi regione
Riparte la campagna di Regione Lombardia contro i taxi abusivi. Nelle 115 stazioni di Ferrovie Nord e negli scali aeroportua ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima