Legge lombardi nel mondo, così Regione aiuta quelli che vogliono tornare

Lombardi nel mondo legge
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Presidente e sottosegretario: diamo risposta a 'nuova' mobilità

Lombardi nel mondo, una legge per supportare chi è già all’estero e coloro che intendono fare ritorno in Lombardia. Riconoscendo il valore delle loro esperienze e promuovendo la circolazione dei talenti. Attraverso progetti di interscambio, borse di studio, soggiorni culturali e di formazione professionale.

Questo l’obiettivo della legge ‘Norme per il sostegno e la valorizzazione dei Lombardi nel mondo e della relativa mobilità internazionale’ approvata dal Consiglio regionale senza voto contrari.

La norma, proposta sei mesi fa in Giunta dal sottosegretario alle Relazioni Internazionali e con l’Unione Europea, rappresenta un importante passo avanti nel riconoscimento e nella valorizzazione dei connazionali che si trovano al di fuori dei confini nazionali.

“Le comunità di lombardi nel mondo – ha commentato il presidente della Regione Lombardia – testimoniano la laboriosità che contraddistingue chi è nato qui o chi, in qualche modo, è indirettamente collegato alla nostra regione. È importante mantenere vivi i legami tra queste persone e i territori di origine. Supportando tutte le iniziative che ne permettono la crescita culturale, turistica e socio-economica. Sostenere concretamente i lombardi nel mondo è quindi un investimento sulle nostre comunità”.

Lombardi nel mondo, numeri in crescita costante

Con oltre 610.000 lombardi iscritti all’Aire e un numero ancora maggiore di persone che vivono temporaneamente all’estero, diventa essenziale adattare le politiche regionali alle esigenze di questa nuova forma di mobilità internazionale. Gli spostamenti verso l’estero di cittadini italiani e in particolare lombardi sono in costante crescita. Negli ultimi anni la crescita è stata del 90%.

“Dobbiamo guardare – ha aggiunto il sottosegretario – e dare risposte a un nuovo tipo di mobilità internazionale. Le nuove emigrazioni riguardano progetti fluidi mutevoli nel tempo e nello spazio. Persone con un’istruzione più elevata rispetto al passato e con un’età compresa fra i 25 i 34 anni. Sempre più giovani si muovono soprattutto in Europa alla ricerca di esperienze professionali e migliori opportunità. Questa legge è uno strumento di ‘soft power’ per promuovere la nostra Regione nel mondo”.

La legge prevede anche l’istituzione della ‘Giornata dei lombardi nel mondo’. A questa si aggiunge il riconoscimento del titolo di ‘Voce Lombarda nel mondo’ a chi si è distinto in vari ambiti. Il sostegno è garantito da un contributo di 250.000 euro che sarà assegnato tramite bando ogni anno del triennio 2024-2026.

Ottimizzato per il web da:
Emanuele Vertemati

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

m5 autorizzazioni ambientali
La Regione Lombardia ha chiuso nella serata di giovedì 20 giugno, con esito favorevole, la Conferenza di Servizi indetta per il rilascio del Provvedim ...
premio compasso oro
"Il design rappresenta un pilastro dell’economia e dell’identità lombarda". Lo ha detto il presidente di
Elena Beccalli
“Mi complimento con la professoressa Elena Beccalli per la nomina a rettrice dell’Università Cattolica del Sacro Cuore. È donna tenace, estremamene preparata e dal grande spe ...
Fascicolo sanitario elettronico
“Il Fascicolo sanitario elettronico 2.0 è uno strumento che consente di accorciare le distanze tra il citta ...
piano mattei
“Confermiamo la nostra disponibilità a collaborare per la realizzazione del Piano Mattei. Un’azione che va vista e valutata come un intervento di medio-lungo termine, in grado di essere utile ...
autonomia differenziata legge
“La Lombardia correrà più veloce grazie all’Autonomia differenziata e pe ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima