Maltempo, Comazzi: da Regione oltre 1 miliardo per la prevenzione

maltempo prevenzione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Assessore: massima priorità a sicurezza cittadini e territorio

Oltre 1 miliardo i fondi per la prevenzione dei danni dal maltempo e la sicurezza del territorio da Regione Lombardia. Lo ha ricordato l’assessore regionale al Territorio e Sistemi verdi, Gianluca Comazzi, ringraziando i Vigili del Fuoco, la Protezione civile, le Forze dell’ordine e tutti gli operatori che stanno assistendo le persone colpite dal maltempo a Milano e in tutta la Lombardia nella giornata di martedì 31 ottobre.

“Regione Lombardia pone la massima priorità sulla sicurezza dei propri cittadini e del territorio. Proprio per questo negli ultimi anni abbiamo investito più di un miliardo di euro per la prevenzione dei danni da maltempo. E sono stati attivati più di 600 nuovi interventi nel quadro del Piano per l’Assetto Idrogeologico (PAI)”.

Comazzi: da Lombardia 1 miliardo per prevenzione danni maltempo

“Il dissesto idrogeologico è un gravissimo problema che affligge tutta la nostra Regione. Viviamo in un territorio fragile: 1.224 Comuni su 1.504 sono a rischio frana e 1.280 a rischio alluvione. L’obiettivo prioritario e strategico – ha continuato – è quindi la messa in atto di misure di prevenzione e protezione che mitighino il rischio idrogeologico e alluvionale, incrementando così la sicurezza della nostra regione”.

Una delle prime delibere approvate dall’attuale Giunta regionale, infatti, ha riguardato uno stanziamento di 83 milioni di euro proprio per la lotta al dissesto idrogeologico. Il provvedimento prevede l’attivazione di 38 azioni mirate, tramite la messa a sistema di 3 programmi di intervento su tutte le province lombarde. Recentemente, un’altra delibera ha visto, inoltre, ulteriori finanziamenti per 5 milioni di euro per interventi sulla rete idrica volti ad aumentare la resilienza del territorio contro il rischio idrogeologico, anche nel caso di eventi emergenziali e catastrofici. Il piano si compone in totale di 23 opere e interesserà i corsi d’acqua che attraversano le provincie di Milano, Pavia, Lodi, Mantova e Cremona.

Ottimizzato per il web da:
Emanuele Vertemati

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Piano Lombardia Terzi
“Majorino è ormai un disco rotto. Non passa giorno che, con almeno un intervento mattutino e uno pomeridiano, si eserciti a contestare, in maniera general generica, qualsiasi azione promossa dal ...
impianti riscaldamento inquinanti
Migliorare la qualità dell’aria e ridurre le emissioni investendo 23 milioni di euro per la sostituzione di impianti di riscaldamento obsoleti con impianti innovativi. È quanto prevede la delib ...
Lombardia Canton Ticino mobilità
Prosegue la collaborazione fattiva tra Regione Lombardia e Canton Ticino sul tema della mobilità transfrontaliera. Nel pomeriggio di giovedì 6 giugno a
mobilita fiume po
Sostenere e potenziare la mobilità 'dolce', incrementando la diffusione di soluzioni a basso impatto ambientale, attraverso azioni e strumenti per lo sviluppo della mobilità elettrica e degli alt ...
Seveso Lambro Olona
Regione Lombardia stanzia quasi 5 milioni di euro per la manutenzione e la gestione delle opere idrauliche del nodo di Milano, in particolare per il Se ...
Alberi monumentali 70 nuovi
Sono 70 i nuovi alberi monumentali riconosciuti da Regione Lombardia. Lo stabilisce una delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell'ass ...

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima