Covid, dal 15/7 mascherine obbligatorie all’aperto se manca distanziamento

mascherine all'aperto
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Presidente Fontana ha firmato nuova ordinanza: mascherina comunque sempre con sé

Dal 15 luglio, in Lombardia, obbligo di mascherine all’aperto solo nei casi in cui non sia possibile garantire il distanziamento sociale. E’ comunque necessario averle sempre con sé e indossarle ‘al chiuso’.
Così, in estrema sintesi, può essere inquadrata la nuova ordinanza firmata dal presidente della Regione Lombardia Attilio Fontana.

Quando servono le mascherine all’aperto e quando no

Nello specifico l’articolo contenuto nel documento in vigore  fino al 31 luglio prevede che “Nel territorio regionale è fatto obbligo di usare le mascherine o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, nei luoghi al chiuso accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto. L’obbligo di indossare le mascherine si applica anche all’aperto in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza interpersonale di un metro tra soggetti che non siano membri dello stesso gruppo familiare oppure conviventi. In ogni caso la mascherina deve essere sempre detenuta con sé ai fini del suo eventuale impiego”.

L’organizzazione del lavoro

In tema di organizzazione del lavoro, resta obbligatoria la misurazione della temperatura per il datore e per i dipendenti, così come per i clienti dei ristoranti. Se tale temperatura dovesse risultare superiore a 37,5°, non sarà consentito l’accesso alla sede e l’interessato sarà informato della necessità di contattare il proprio medico curante.

Le attività ludiche

Recependo le linee guida della Conferenza della Regioni negli esercizi pubblici “è consentita la messa a disposizione, possibilmente in più copie, di riviste, quotidiani e materiale informativo a favore dell’utenza per un uso comune, da consultare previa igienizzazione delle mani” e nelle sale giochi e nei circoli culturali e ricreativi sono consentite le attività ludiche quali ad esempio il gioco delle carte purché sia rigorosamente rispettato regole quali l’obbligo di utilizzo di mascherina, l’igienizzazione frequente delle mani e della superficie di gioco e il rispetto della distanza tra giocatori.

gal

ORDINANZA 580 del 14 luglio 2020
Allegato 1 - ORDINANZA 580 del 14 luglio 2020
0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

coronavirus casi Lombardia
Ti interessa l'aggiornamento quotidiano della vaccinazioni? Clicca
nidi gratis azzeramento rette
Aiuto per famiglie con figli che frequentano sia strutture pubbliche che private La Giunta di ...
Strutture socio sanitarie
Presidente: gestiscono il 90% di quelle lombarde "Il 90% delle strutture sociosanitarie lombarde, tra cui residenziali,  per disabili e Centri diurni integrati, è gestito dal privato no ...
vaccinazione-covid-lombardia
Vaccinazioni anti-Covid, i dati di domenica 3 luglio. Somministrate 24.160.085 dosi
lago di varese balneabile
Presenti all'inaugurazione presidente, vicepresidente e assessore all'Ambiente e Clima "Dopo decenni di divieto, gli sforzi fatti finora e i risultati ottenuti permettono di rendere
siccità stato di emergenza
Il governatore: mantenere fino a 15 luglio disponibilità di acqua per garantire primo raccolto Assessore Foroni: servono interventi mirati in tempi rapidi
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima