Aria, dal 6 febbraio ’24 misure temporanee anche a Brescia, Lecco e Mantova

misure temporanee lombardia
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Si aggiungono a quelle già attive nelle province di Milano e Monza (1° livello) e Bergamo e Cremona (II livello).

In conseguenza dei valori di PM10 registrati nella giornata di domenica 4 febbraio e delle previsioni meteorologiche per i giorni successivi, da martedì 6 febbraio 2024 vengono attivate le misure temporanee di 2° livello anche in provincia di Brescia, e di 1° livello in provincia di Lecco e Mantova.

Queste limitazioni si aggiungono a quelle già attive nelle province di Milano e Monza (1° livello) e Bergamo e Cremona (II livello).

Le misure di 1° Livello

Ecco cosa prevedono le misure di 1° livello:

DIVIETO DI COMBUSTIONI (in tutti i comuni delle province coinvolte) e di accensione di fuochi all’aperto;

TRAFFICO – Nei comuni con più di 30.000 abitanti delle province coinvolte è prevista la limitazione alla circolazione tutti i giorni nella fascia 7.30-19.30 per tutti i veicoli Euro 0 e 1 di qualsiasi alimentazione e per i veicoli Euro 2, 3 e 4 a gasolio. Rispetto a quelle previste dalle misure permanenti, le limitazioni si applicano anche nelle giornate di sabato e di domenica e coinvolgono anche i veicoli Euro 4 diesel commerciali anche se con FAP e gli Euro 0 e 1 a GPL e metano. Gli autoveicoli che hanno aderito a MoVe-In sono soggetti alle limitazioni temporanee della circolazione come gli altri veicoli inquinanti, fino alla disattivazione delle stesse.

RISCALDAMENTO – In tutti i comuni della provincia delle province coinvolte è vietato:

  1. a) tenere temperature superiore a 19°C nelle abitazioni e negli esercizi commerciali
  2. b) utilizzare generatori a legna per riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) di classe emissiva fino a 3 STELLE compresa (I° livello);

–  AGRICOLTURA – In tutti i comuni della provincia delle province coinvolte è vietato spandere gli effluenti di allevamento, delle acque reflue, dei digestati, dei fertilizzanti e dei fanghi di depurazione, salvo iniezione e interramento immediato.

Cosa prevedono le misure di 2° Livello

Queste misure prevedono l’applicazione di tutte le limitazioni di I° Livello con l’aggiunta del divieto di utilizzo di generatori a legna per riscaldamento domestico (in presenza di impianto alternativo) di classe emissiva fino a 4 STELLE compresa.

 

Iscriviti ai nostri canali di messaggistica

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

malpensafiere sviluppo sostenibile
“Malpensafiere è un centro di eccellenza, che coniuga il tema della sostenibilità ambientale con la ricerca scientifi ...
Uno stanziamento da 300.000 euro per il triennio 2024-2026 dedicato al supporto delle attività dell’'Hub della Con ...
val trompia cromoplast bonifica
La Regione Lombardia ha stanziato, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima
snia viscosa caratterizzazione ambientale
La Giunta della Regione Lombardia ha stanziato, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima
centro geofisico prealpino
La Giunta di Regione Lombardia ha stanziato 120.000 euro per il Centro Geofisico Prealpino, con l'obiettivo ...
bicocca laghi
La Regione Lombardia ha approvato, su proposta dell’assessore all’Ambiente e Clima,

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima