Sci, ok a Patto Territoriale comprensorio Montecampione-Bassa Valcamonica

Ok a Patto per comprensorio sciistico Montecampione-Bassa Valcamonica
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Oltre 13 milioni per 3 interventi infrastrutturali strategici

Via libera da Regione Lombardia alla proposta di ‘Patto Territoriale’ per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del Comprensorio di Montecampione-Bassa Valcamonica, in provincia di Brescia. Lo prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale, su proposta dell’assessore a Montagna, Enti locali e Piccoli Comuni.

Comune Artogne capofila Patto per Montecampione-Bassa Valcamonica

“Con questo atto – spiega l’assessore alla Montagna e agli Enti locali – Regione Lombardia aderisce alla proposta di patto territoriale presentata dal soggetto capofila, Comune di Artogne, denominata ‘Patto Territoriale per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del comprensorio sciistico di Montecampione-Bassa Valle Camonica in provincia di Brescia’. Proposta finalizzata alla realizzazione di tre interventi infrastrutturali strategici per il comprensorio. Si tratta della sostituzione/realizzazione degli impianti ‘Dosso delle Beccherie’, ‘Secondino-Monte Splaza’ e ‘Longarino-Monte Splaza’”.

I dettagli e i territori coinvolti

Gli interventi per la realizzazione della proposta di Patto territoriale del comprensorio di Montecampione ammontano a 13.165.900 euro. Il Comune di Artogne e la Comunità Montana di Valle Camonica concorreranno al cofinanziamento per una quota pari ad euro 5.682.950 euro. Mediante la proposta di Patto Territoriale, il partenariato richiede a Regione Lombardia un cofinanziamento della restante quota per un totale di 7.482.950 euro. Il Patto Territoriale prevede la partecipazione dei Comuni di Artogne, Darfo Boario Terme, Gianico, Pian Camuno, Rogno. Inoltre vi partecipa la Comunità Montana di Valle Camonica.

Contrasto allo spopolamento e destagionalizzazione del comprensorio Montecampione-Bassa Valcamonica

“In generale l’obiettivo della proposta – continua, quindi, l’assessore regionale valtellinese – è promuovere uno sviluppo economico, ambientale e sociale dei territori coinvolti, che si coniughi con gli obiettivi legati al contrasto allo spopolamento delle aree montane e alla destagionalizzazione delle presenze turistiche. Il Patto presentato – infine conclude – è frutto di un percorso concertativo e sinergico. Un percorso portato avanti dagli Enti locali che ha definito le strategie e le esigenze del territorio, al fine di raggiungere l’obiettivo di perseguire lo sviluppo socioeconomico del Comprensorio”.

Attrattività turistico-sportiva e Giochi 2026

“Si tratta di un’importante opportunità – ha sottolineato, poi, il sottosegretario regionale a Sport, Olimpiadi 2026 e Grandi eventi – per incrementare l’attrattività turistico-sportiva di un comprensorio dalle interessanti potenzialità. Opportunità che andrà anche a tutto vantaggio del portfolio sciistico regionale. Un’offerta complessiva che assumerà particolare rilevanza in occasione dei Giochi a Cinque cerchi in programma sulle nostre montagne fra quattro anni. Quando, infatti, le attenzioni degli appassionati di sport invernali di tutto il mondo saranno rivolte sulla nostra splendida Lombardia”.

Sostegno al mondo della montagna

In merito al via libera di Regione Lombardia alla proposta di ‘Patto Territoriale’ per lo sviluppo strategico, integrato e sostenibile del Comprensorio di Montecampione-Bassa Valle Camonica,  l’assessore regionale a Turismo, Marketing territoriale e Moda di Regione Lombardia ha commentato: “Un intervento infrastrutturale importante che permetterà a un intero territorio di diventare sempre più accogliente e attrattivo, con servizi efficienti e un’offerta turistica all’avanguardia“. “Ancora una volta – ha concluso – Regione Lombardia sostiene concretamente le sue montagne, meta privilegiata per migliaia di visitatori”.

gus/dbc

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

italia brasile Mondiali 1982 Collovati
Fontana: una squadra che ha scritto la storia del calcio italiano Il 5 luglio 2022, esattamente a 40 anni di distanza da quel 5 luglio 1982,
tangenziale tirano respinto ricorso
Il Consiglio di Stato ha respinto il ricorso presentato dal Consorzio Stabile Medil S.C.P.A. nei confronti di Anas spa e dell'impresa aggiudicataria Inc.S. ...
siccità Lombardia stato di emergenza
Il discorso del presidente in Aula "La questione, urgente ed imprescindibile, della carenza idrica e le sue ripercussioni in ambito agricolo, produttivo, energetico e di approvvigionamento ...
siccità stato di emergenza Lombardia
Il governatore ringrazia l'Esecutivo per aver recepito l'istanza Siccità, stato di emergenza per la Lombardia. “Ringrazio il Governo per aver accolto la nostra
intesa regione pavia infrastrutture
Assessore Sertori: stipuleremo l'Accordo di Programma La Giunta regionale ha approvato il prov ...
nidi gratis azzeramento rette
Aiuto per famiglie con figli che frequentano sia strutture pubbliche che private La Giunta di ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima