nicolò savarino

“Non c’è pace per l’agente di Polizia locale Nicolò Savarino e per la sua famiglia”. Afferma così l’assessore regionale alla Sicurezza, Polizia locale e Immigrazione, Riccardo De Corato, in merito all’assoluzione di Milos Stizanin, il serbo di 26 anni che era nella stessa auto di Remi Nikolic (allora minorenne) condannato perché era alla guida dell’auto che travolse e uccise l’agente di Polizia locale Nicolò Savarino a Milano il 12 gennaio 2012.

Dopo richiesta di 14 anni, assoluzione con formula piena

“Alla richiesta dei 14 anni di condanna del Pm, il Tribunale ha risposto – rimarca l’assessore – con l’assoluzione con formula piena. Con questa decisione, il povero agente ucciso mentre svolgeva il suo lavoro è stato ammazzato un’altra volta. Mi auguro che al terzo grado venga fatta giustizia una volta per tutte”.

Vicino al fratello Carmelo e alla famiglia

“Mi stringo al dolore del fratello di Nicolò Savarino, Carmelo, e di tutti i suoi cari. La gioia di Stizanin all’assoluzione – conclude De Corato – è uno schiaffo a tutti gli agenti di Polizia locale che, ogni giorno, rischiano la propria vita”.

gus