Coronavirus, ospedale Fiera Milano. Quasi pronto progetto definitivo

ospedale Fiera Milano
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email
Caparini: le donazioni aumentano, raggiunta quota 14.631.000 euro. Generosità della gente permetterà la realizzazione della struttura

Caparini: donazioni aumentano, raggiunti 14.631.000 euro

Ospedale Fiera Milano. “Il progetto dell’hub per le terapie intensive in Fiera Milano da temporaneo è evoluto in una struttura che avrà la dotazione necessaria per offrire assistenza che coprirà il lasso di tempo necessario per sconfiggere il coronavirus”. Lo ha sottolineato l’assessore al Bilancio, Finanza e Semplificazione Davide Caparini, intervenuto alla diretta Facebook sugli aggiornamenti coronavirus trasmessa dalla pagina di Lombardia Notizie online. “Entro domani – ha chiarito Caparini – sarà elaborato il progetto definitivo. Con la validazione dei tecnici si darà il via al ‘giorno zero’, dal quale inizierà il count-down al termine del quale il primo paziente potrà entrare in terapia intensiva”.

Generosità della gente permetterà costruzione ospedale Fiera Milano

L’assessore Caparini ha anche espresso grande apprezzamento per le donazioni che “stanno aumentando in modo commovente: tantissimi lombardi e italiani, ma anche benefattori di ogni parte del mondo che donano da 100 euro fino a milioni per aiutarci a realizzare l’ospedale in Fiera e fare tutto ciò che serve per offrire assistenza ai nostri malati. Aspettiamo la fine dell’emergenza – ha proseguito – per poterli abbracciare”. Ad oggi le donazioni ammontano a 14.631.000 euro. “Queste risorse serviranno – ha precisato Caparini – anche per l’acquisto di dotazioni e strumentazioni. Non solo donazioni in denaro ma anche beni di prima necessità per proteggere medici e infermieri in corsia e per il  personale che deve fronteggiare l’emergenza”.

Prosegue ricerca internazionale per macchinari per terapie intensive

“Continua intanto la ‘corsa internazionale’ – ha aggiunto l’assessore regionale Davide Caparini – per procurarci i ventilatori. Sono i veri e propri cuori pulsanti per la costruzione di posti per la terapia intensiva”. L’assessore ha poi voluto ringraziare anche le case farmaceutiche, tra le quali si segnalano la Roche e la Recordati. Queste hanno deciso di donare farmaci per le cure ai nostri malati.

ben

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

Lombardia campione start up
La start up 'Archygram' si è aggiudicata il 'Premio nazionale per l'innovazione 2022' nella categoria ICT.
casa-comunita-via-livigno-milano
“Con l’inaugurazione della Casa di Comunità si realizza la rappresentazione plastica dell’integrazione fra servizi sanitari e sociosanitari che qualifica il senso e lo spiri ...
festival inclusione 2022
"Tutti siamo uguali". E Regione Lombardia l'ha ribadito all'auditorium 'Testori' con il
sicurezza mezzi Tpl
Uno stanziamento di 6,1 milioni di euro per consentire agli appartenenti alle Forze dell'Ordine di circolare gratuitamente sui mezzi del Tpl lombardo, così da garantire maggiore s ...
fondi europei lombardia
Il punto della situazione sull'utilizzo dei Fondi strutturali e di Investimento Europei (SIE), in particolare FESR e FSE, è stato al centro di un ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima