Safer internet day, Regione protagonista contrasto bullismo e cyberbullismo

safer internet day regione
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

In occasione della Giornata Mondiale per la Sicurezza in Rete, Safer internet day, istituita e promossa dalla Commissione Europea e dedicata all’uso positivo della Rete, Regione Lombardia, in collaborazione con la Casa Pediatrica dell’ASST Fatebenefratelli Sacco diretta dal professore Luca Bernardo, ha organizzato a Palazzo Lombardia un evento per promuovere un uso sano e consapevole di internet e delle nuove tecnologie, in modo particolare tra i bambini e i ragazzi di tutto il mondo.

Al convegno hanno partecipato gli assessori regionali Alessandra Locatelli (Famiglia, Solidarietà sociale, Disabilità e Pari opportunità) e Stefano Bolognini (Giovani, Comunicazione e Sviluppo Città Metropolitana).

safer internet day regioneCyberbullismo principale minaccia

“La pandemia ha aumentato l’iperconnessione. E con essa i rischi che tale fenomeno comporta, soprattutto per i più giovani. A dirlo – ha dichiarato l’assessore – sono gli ultimi dati: in rete 6 giovani su 10 ritengono il cyberbullismo la principale minaccia. Regione Lombardia da tempo è impegnata in azioni di contrasto e prevenzione di fenomeni quali il bullismo e il cyberbullismo. Oltre ad essere la prima regione ad aver varato una legge apposita, abbiamo da anni attivato dei percorsi nelle scuole per offrire ai ragazzi e alle famiglie il supporto di specialisti e programmi di recuperi per i bulli stessi”.

“Inoltre – ha proseguito – è notizia di ieri l’approvazione di una delibera per rafforzare la consulta regionale volta a prevenire e a contrastare il bullismo e il cyberbullismo. L’obiettivo è affrontare questi fenomeni con un approccio multidisciplinare. Anche rafforzando ancora di più la sinergia con Comuni, istituzioni scolastiche e formative, aziende del sistema sociosanitario regionale, istituti penitenziari, soggetti del Terzo Settore e associazioni sportive dilettantistiche”.

safer internet day regioneSafer internet day

“E’ importante, non solo oggi, ma tutti i giorni – ha rimarcato l’assessore Bolognini – promuovere un uso consapevole della rete, dei social network e delle nuove tecnologie, in particolar modo presso i più giovani. Dobbiamo aiutarli a capire che il mondo digitale ha grandi potenzialità, ma anche zone d’ombra. E ciò lo possiamo fare solo coinvolgendoli in prima persona. Ascoltandoli e motivandoli ad essere protagonisti e modelli positivi per i propri coetanei”.

Abbattere le barriere

“Dobbiamo abbattere le barriere. Instaurare con i nostri ragazzi un rapporto di fiducia. Farli sentire coinvolti, importanti e non più soli. Regione Lombardia – ha detto ancora Bolognini – è al loro fianco. Continuerà concretamente a supportarli nelle loro iniziative contro il bullismo, il cyberbullismo e per promuovere un uso consapevole delle tecnologie digitali”.

ben/fsb

0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

italia brasile Mondiali 1982 Collovati
Fontana: una squadra che ha scritto la storia del calcio italiano Il 5 luglio 2022, esattamente a 40 anni di distanza da quel 5 luglio 1982,
siccità Lombardia stato di emergenza
Il discorso del presidente in Aula "La questione, urgente ed imprescindibile, della carenza idrica e le sue ripercussioni in ambito agricolo, produttivo, energetico e di approvvigionamento ...
Comunicazione Regione Lombardia
Bolognini: su Instagram +161%, sempre più vicini ai giovani "Regione Lombardia, nel corso dell'ultimo biennio, ha rafforzato e ampliato la pr ...
siccità stato di emergenza Lombardia
Il governatore ringrazia l'Esecutivo per aver recepito l'istanza Siccità, stato di emergenza per la Lombardia. “Ringrazio il Governo per aver accolto la nostra
nidi gratis azzeramento rette
Aiuto per famiglie con figli che frequentano sia strutture pubbliche che private La Giunta di ...
Strutture socio sanitarie
Presidente: gestiscono il 90% di quelle lombarde "Il 90% delle strutture sociosanitarie lombarde, tra cui residenziali,  per disabili e Centri diurni integrati, è gestito dal privato no ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima