Scuola in Ospedale, la Lombardia ne garantisce diritto a alunni ricoverati

scuola in ospedale alunni ricoverati
Share on facebook
Share on twitter
Share on whatsapp
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Tutelare il diritto all’istruzione degli alunni ricoverati nelle strutture ospedaliere attraverso il servizio di ‘Scuola in Ospedale’ e il servizio di ‘Istruzione domiciliare’. È quanto prevede il protocollo d’intesa tra Regione Lombardia e l’Ufficio scolastico regionale (Usr) contenuto nella delibera approvata dalla Giunta, su proposta della vicepresidente e assessore al Welfare, di concerto con l’assessore all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione.

Implementare le rete di Scuola in Ospedale

Il protocollo ha valenza triennale. Regione e Usr si pongono in particolare l’obiettivo di promuovere lo sviluppo di reti tra scuole, strutture sanitarie regionali ed enti locali per sostenere i servizi di ‘Scuola in Ospedale’ e ‘Istruzione domiciliare’. E, ancora, ancora implementare i servizi dell’attuale Rete di Scuole in Ospedale per garantire un’azione ancora più capillare ed efficiente per gli studenti.

Il Tavolo Tecnico Regionale

In Lombardia, poi, dal 2012, è operativo un ‘Tavolo Tecnico Regionale’ della ‘Scuola in Ospedale’ e del progetto ‘Istruzione domiciliare’. Organismo operante  presso l’Ufficio Scolastico Regionale che vede la presenza di rappresentanti di Regione Lombardia e dell’Usr.

Il ‘Tavolo’ ha come scopo, tra l’altro, quello di confrontarsi e coordinarsi con il livello nazionale, programmare, monitorare e valutare gli interventi e analizzare le differenti situazioni locali.

Vicepresidente: studente al centro dell’educazione sanitaria

“Come Regione Lombardia – ha sottolineato la vicepresidente e assessore al welfare – vogliamo riconoscere e valorizzare la ‘Scuola in Ospedale’. Intanto come progetto di tutela globale degli studenti ospedalizzati. Ragazzi visti non solo come pazienti o alunni, ma considerati in modo globale e condiviso tra tutti gli operatori con cui sono in contatto. Lo studente si pone quindi al centro dell’azione sanitaria ed educativa, svolgendovi parte attiva”.

Assessore Istruzione

“Un nuovo e importante passo avanti – ha aggiunto l’assessore regionale all’Istruzione, Università, Ricerca, Innovazione e Semplificazione – per garantire ai nostri giovani ciò che serve anche in un momento difficile come il ricovero in ospedale o la degenza sanitaria. Il protocollo approvato dalla Giunta conferma l’efficacia della sinergia che Regione Lombardia sta portando avanti in ogni settore con l’Usr per garantire un’istruzione qualificata”.

In Regione Lombardia è attiva da anni la rete di ‘Scuole in Ospedale’, relative alle istituzioni scolastiche statali, che attualmente operano nelle seguenti strutture ospedaliere. Clicca qui per l’elenco

Ottimizzato per il web da:
Massimo Calabrò
0
Visualizzazioni di questo articolo

Iscriviti al nostro canale Telegram

Condividi questo articolo sui tuoi profili social

Share on facebook
Share on google
Share on twitter
Share on linkedin

Consigliati per te

siccità stato di emergenza
Il governatore: mantenere fino a 15 luglio disponibilità di acqua per garantire primo raccolto Assessore Foroni: servono interventi mirati in tempi rapidi
Rondò A4 Bergamo
Sopralluogo dell'assessore al cantiere viabilistico Fontana: risultato importante grazie al Piano Lombardia Proseguono i lavori per la realizzazione del nuovo
Lago di Varese eventi
Un palinsesto ricco di eventi che coinvolgeranno grandi e piccoli quello proposto dal lago di Varese. Gli appuntamenti al Lido della Schiranna e al porticciolo di Bodio Lom ...
valorizzazione patrimonio minerario
Fondi a siti di Petassa a Malonno (Bs) e di Valtorta in val Brembana (Bg) per risistemazione La Giunta regionale, su proposta dell'assessore all'Ambiente e Clima,
siccità emergenza
"Da ieri è operativo l'accordo con il Trentino, arriveranno 5 milioni di metri cubi di acqua in più che contribuiranno ad aiutare quella parte di territorio che si serve del lago d'Idro. Abbiamo ...
Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima