Lombardia Notizie / Trasporti e mobilità sostenibile

Lucente: stazioni mobili in Lombardia nei Comuni meno serviti dai trasporti

stazioni mobili lombardia panperduto
Alle stazioni mobili sta lavorando l'assessore Franco Lucente. Obiettivo, posizionarle in zone della Lombardia non servite dai trasporti pubblici

Stazioni mobili nei Comuni della Lombardia meno serviti dai trasporti, dotate di auto e bici elettriche per connettere quel territorio con le stazioni ferroviarie e le fermate dei bus.

L’idea illustrata nel corso della presentazione del progetto E-Vai di connessione tra l’Aeroporto di Malpensa e la diga del Panperduto

È questa l’idea a cui sta lavorando Franco Lucente, assessore regionale ai Trasporti e Mobilità sostenibile, illustrata oggi a Somma Lombardo in occasione della conferenza stampa di presentazione del progetto pilota di collegamento tra l’aeroporto di Milano Malpensa e il nodo idraulico di Panperduto grazie al servizio di car sharing ‘E-Vai’, alla quale ha preso parte anche il consigliere regionale Christian Garavaglia. All’incontro sono intervenuti, tra gli altri, Alessandro Folli, presidente del Consorzio di Bonifica Est Ticino Villoresi, Cristina Chiappa, presidente del Parco Lombardo della Valle del Ticino e il direttore generale di ‘E-Vai’ Luca Pascucci.

 

 

‘Stazioni mobili’ in Lombardia per connettere territori non serviti con la stazione dei treni o fermata dell’autobus più vicina

“Il mio obiettivo – ha detto Lucente – è dar vita a stazioni mobili da posizionare in quei Comuni non serviti regolarmente dal sistema trasportistico. Si tratta di prefabbricati che al loro interno hanno un locale dove sostare, distributori di bevande e soprattutto auto e bici elettriche. Mezzi che servono per connettere quel territorio con la stazione dei treni o fermata dell’autobus più vicina. Mi piace pensare ad una Lombardia sempre più interconnessa dove i diversi sistemi di trasporto siano in grado di dialogare in maniera funzionale ed efficiente. Una mobilità alternativa”.

Car sharing per collegare il Panperduto con l’aeroporto di Malpensa

“Un modo innovativo di concepire il trasporto – ha aggiunto Lucente – proprio come il nuovo servizio di car sharing che collega il Panperduto con Malpensa. Un’iniziativa in grado di valorizzare le potenzialità attrattive del territorio che sono convinto possa essere replicata in numerose altre realtà lombarde”.

“Regione – ha ricordato l’assessore regionale – sostiene il trasporto pubblico locale con oltre 200 milioni di euro all’anno, per complessivi 600 milioni grazie anche all’intervento statale. Risorse spesso non sufficienti a coprire adeguatamente tutti i servizi. Ecco perché è necessario pensare a forme di mobilità alternative, come ‘car e bike sharing’. ‘E-Vai’ è presente in oltre 100 Comuni lombardi, le auto elettriche possono essere in oltre 300 punti a Milano e in tutta la Lombardia ed è integrato con il sistema ferroviario lombardo e negli aeroporti di Linate, Malpensa e Orio al Serio”.

Intermodalità per abbattere barriere e distanze

“La parola d’ordine – ha concluso Lucente – è dunque intermodalità in grado di abbattere distanze e barriere. Dove il centro e la periferia possano dialogare con trasporti moderni e ‘green’, con interconnessioni verso luoghi particolarmente sensibili come le stazioni ferroviarie, i nodi autostradali, le fermate degli autobus e gli aeroporti. Un percorso lungo e complesso, figlio di un progetto ambizioso che deve prevedere il coinvolgimento di tutti gli attori. Dalle istituzioni agli stakeholder alle associazioni di categoria. Solo così potranno nascere sinergie in grado di portare a soluzioni mirate e pensate per il futuro della mobilità lombarda e nazionale”.

 

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Pierfrancesco Gallizzi - Reg. Trib. di Milano n° 14772/2019 del 7 novembre 2019

© Copyright Regione Lombardia tutti i diritti riservati - C.F. 80050050154 - Piazza Città di Lombardia 1 - 20124 Milano

Sei un giornalista?

Richiedi l’iscrizione al nostro canale Telegram privato per ricevere tutte le notizie in anteprima