Transizione ecologica

Contrasto cambiamento clima e sviluppo investimenti su efficienza energetica, coinvolte province: Bg, Bs, Mn, Mi, Mb, Pv e Va

Bandi di gara per selezione privati nelle prossime settimane

Regione Lombardia e Fondazione Cariplo  hanno stanziato 12 milioni di euro per la transizione ecologica nell’ambito dell’accordo quadro sottoscritto nel gennaio 2021 per azioni congiunte nel settore della sostenibilità ambientale. In modo particolare per alcuni interventi di mitigazione e di adattamento al cambiamento climatico.

“L’intesa – spiega a l’assessore all’Ambiente e clima di Regione Lombardia, Raffaele Cattaneo – sta dando risultati concreti. I nostri finanziamenti hanno infatti potuto movimentare investimenti per 25 milioni di euro, a conferma dell’importanza di coinvolgere soggetti coi quali è possibile stringere alleanze strategiche e sviluppare iniziative a favore della sostenibilità. La sfida che oggi dobbiamo affrontare è dunque la transizione dei sistemi economici verso la neutralità carbonica. Ciò può avvenire attraverso efficienza energetica, economia circolare e fonti rinnovabili. Ma anche mediante un nuovo modello di uso del suolo che consenta una più efficace penetrazione delle acque piovane e una più intensa presenza arborea nelle aree urbane. Così da fronteggiare meglio localmente i cambiamenti del clima. Regione intende pertanto accompagnare questa transizione, che è prioritaria per tutto il Paese, al fianco delle imprese, delle altre istituzioni e dei cittadini”.

“Per realizzare davvero la transizione ecologica – spiega il presidente di Fondazione Cariplo, Giovanni Fosti – abbiamo bisogno d’implementare nuove strategie di adattamento e di mitigazione climatica, ma anche di sviluppare competenze e ingaggiare le comunità. Per questo la Fondazione sostiene i territori attraverso un supporto tecnico e un impegno economico che valorizzi la creazione di alleanze tra amministrazioni locali, organizzazioni, imprese e reti di comunità. L’effetto moltiplicatore generato dai contributi messi in campo da Fondazione Cariplo, a cui si sono aggiunti quelli stanziati da Regione Lombardia, sui temi ambientali e climatici, sta mobilitando investimenti per oltre 25 milioni di euro. La qualità della collaborazione tra i diversi soggetti sarà dunque cruciale per sperimentare un vero cambiamento negli interventi per la sostenibilità ambientale”.

Strategia clima

In particolare Regione cofinanzia con 4 milioni di euro interventi di depavimentazione, rinverdimento di aree pubbliche e forestazione urbana. Per i quali Fondazione Cariplo interviene con 200.000 euro per il servizio di Assistenza tecnica, per definire la Strategia di transizione climatica dei territori coinvolti e con ulteriori 4,8 milioni di euro per la realizzazione di diversi interventi. Come: forestazione urbana, depavimentazione dei suoli e mitigazione (efficientamento energetico edifici e realizzazione di comunità energetiche di promozione mobilità sostenibile). Ma anche revisione di strumenti urbanistici, capacity building dei tecnici comunali, coinvolgimento della cittadinanza e monitoraggio climatico.

Territori virtuosi

Regione Lombardia e Cariplo sono coinvolte anche nel programma ‘Territori Virtuosi’. Regione ha investito infatti nel progetto 3 milioni di euro destinati ai comuni di Cardano al Campo (Va), Pioltello e Magnago (Città Metropolitana Milano) e alla Provincia di Pavia. Enti impegnati nella sostituzione di caldaie inquinanti. Con la copertura di una parte dei costi sostenuti per l’efficientamento energetico di 65 edifici pubblici. Interventi compatibili, per tempi e caratteristiche, coi finanziamenti della lr 9/2020. Le spese rimanenti verranno rinforzate con investimenti privati, che saranno ripagati dagli Enti pubblici tramite risparmi in bolletta, garantendo così interventi a ‘costo zero’. A sua volta, Fondazione Cariplo ha promosso l’attivazione di investimenti energetici, da parte di privati, e riduzione della spesa pubblica. Con un servizio di accompagnamento tecnico, legale ed economico-finanziario per individuare una Energy service company (Esco) in grado di realizzare azioni di efficientamento energetico con capitale proprio o di terzi.

Bandi di gara per selezionare i privati

Transizione ecologica 12 milioni: gli accordi tra Regione e Fondazione Cariplo per realizzare le due iniziative consentiranno, come già detto, di attivare investimenti per oltre 25 milioni di euro. I bandi di gara per la selezione dei privati saranno pubblicati nelle prossime settimane.

Quattro i progetti selezionati

Destinatari delle azioni nel campo della sostenibilità sono quattro progetti selezionati attraverso la Call for ideas ‘Strategia clima’, lanciata da Fondazione Cariplo nell’ambito del progetto ‘F2C – Fondazione Cariplo per il Clima’. Essi vedono il coinvolgimento di 24 enti locali: Amministrazioni comunali, Parchi, Fondazioni e Associazioni del territorio.

Ecco nel dettaglio le iniziative:

Brescia

Un Filo-Naturale. Una comunità che partecipa per trasformare la sfida del cambiamento climatico in opportunità’ con capofila il comune di Brescia in partenariato con Fondazione Centro Euro-Mediterraneo sui cambiamenti climatici (Cmcc), AmbienteParco e Parco delle Colline di Brescia. Il progetto risponde a tre bisogni: realizzare una sorta di ‘Città oasi’ contro ondate di calore, siccità e perdita di habitat; realizzare una ‘Città spugna’ per contrastare l’aumento significativo dei fenomeni piovosi estremi; creare una ‘Città per le persone’ per andare incontro al bisogno di naturalità dei cittadini. Unico il filo conduttore che collega le azioni di adattamento e di mitigazione proposte. È l’incremento del capitale naturale e della biodiversità in ambiente urbano. Altro tema fondamentale infatti è la partecipazione: comunità resilienti che prendano parte alla progettazione degli interventi di miglioramento del microclima urbano e che si prendano cura dei nuovi spazi.

Monza e Brianza

La Brianza Cambia Clima’ con capofila il Comune di Cesano Maderno (Mb) in partenariato coi Comuni di Meda, Bovisio Masciago, Varedo, Parco delle Groane e della Brughiera Briantea, Agenzia Innova21 per lo sviluppo sostenibile, Fondazione Lombardia per l’ambiente e l’Associazione di volontari della Protezione civile di Cesano Maderno. Il progetto intende rafforzare la capacità di risposta di una rete di enti locali all’impatto dei cambiamenti climatici, con un’azione coordinata e sovracomunale. Oltre a realizzare interventi diffusi sul territorio. Il piano intende di rivedere pertanto gli strumenti urbanistici e le attività di formazione per il personale comunale. Inoltre vuole promuove buone pratiche di adattamento e mitigazione tra i cittadini.

Mantova

Ace3T – Clima – Acqua, Calore ed Energia: 3 pilastri per la Transizione CLImatica del Mantovano‘ con capofila il Comune di Mantova. In partenariato coi Comuni di Curtatone, Marmirolo, Porto Mantovano, San Giorgio Bigarello, Parco del Mincio, Unione Colli Mantovani e Alkemica cooperativa sociale. Il progetto intende superare le criticità climatiche che compromettono la situazione idrogeologica locale. La quale ha ripercussioni su sicurezza con allagamenti e ondate di calore; su qualità ambientale e sistema produttivo con siccità ed eventi estremi distruttivi. Il piano consentirà di lavorare al contempo sulla mitigazione con efficientamento e transizione energetica. Nonché di mettere in atto azioni e interventi strutturali (regolamenti, norme) per incentivare comportamenti virtuosi, che così agiscano sulle costruzioni e sul comparto produttivo .

Bergamo

‘Cli.C. Bergamo!’ con capofila il Comune di Bergamo in partenariato col Parco dei Colli di Bergamo, Legambiente Lombardia ed Ersaf. Il progetto intende attivare un processo di trasformazione e consapevolezza urbana in grado di cogliere le opportunità che i servizi eco-sistemici offrono. Così da affrontare dunque gli impatti del cambiamento climatico sul territorio. Come per esempio: eventi estremi di pioggia, rischio idrogeologico e ondate di calore. Una strategia di mitigazione e adattamento sarà individuata per mettere in campo le competenze molteplici e complementari dei partner: decisori politici, enti di tutela del capitale naturale e società civile.

ama

Clicca su una stella per valutare l'articolo!

Punteggio medio 0 / 5. Voti: 0